BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 semplificato e ordinario 2015: proroga quasi sicura e ufficiale confermata da tecnici. Il nodo circolare Agenzia Entrate

Recupero credito bonus Irpef di 80 euro e attesa risposta proroga invio 770 2015 da Agenzia delle Entrate: le novità




AGGIORNAMENTO: Come detto nell'articolo si attende una circolare dell'Agenzia delle Entrate per risolvere alcuni dubbi rimanenti, ma i tecnici del Miniustero dell'Economia nel frattempo hanno indicato di stare lavorando ad una proroga che sarebbe destinata al 20 Luglio o al 30 Settembre. Conferma ufficiale in Gazzetta si potrà avere subito dopo la firma di Padoan nel DCPM probabilmente ad inizio settimana prossima

Nell'attesa di una risposta ufficiale alla richiesta di proroga di invio del modello 7702015, che i commercialisti hanno chiesto di rimandare dal 31 luglio al prossimo 30 settembre, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul recupero del credito bonus Irpef di 80 euro erogato dal sostituto. Secondo quanto spiegato, le somme erogate ai lavoratori vengono ‘recuperate dal sostituto d’imposta mediante l’istituto della compensazione’. Il sostituto d’imposta eroga, dunque, il credito in via automatica ai lavoratori che ne abbiano i requisiti, indipendentemente dalla capienza delle ritenute disponibili e dei contributi dovuti.

Per il recupero del credito erogato ai lavoratori, il sostituto stesso userà il modello di pagamento F24 e potrà utilizzare l’importo corrispondente al credito erogato per il versamento, mediante compensazione, di qualsiasi importo a debito esposto nel medesimo modello F24, anche in sezioni diverse dalla sezione Erario. L’eventuale credito non utilizzato in compensazione potrà essere utilizzato nei successivi versamenti effettuati con il modello di pagamento F24.

In particolare, al punto 2 della sezione I (Erario) bisogna riportare l’importo del credito bonus Irpef che il sostituto ha provveduto a recuperare in busta paga e nella compilazione del modello F24 dovrà usare in tal caso il codice 1655 e riportare l’importo a debito nella sezione erario dell’F24.

Ricordiamo che per l’invio del 770, il modello deve essere trasmesso esclusivamente in via telematica sia in versione ordinaria che semplificata, direttamente dal contribuente attraverso un intermediario abilitato, professionisti, o Caf. Per la trasmissione telematica diretta occorre utilizzare il servizio telematico Fisconline, se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti non superiore a 20, o servirsi del servizio telematico Entratel, se la dichiarazione riguarda un numero di soggetti superiore a 20.

Se un sostituto d’imposta deve presentare il modello 770 semplificato per un numero di soggetti pari a 20 o inferiore, ma deve anche presentare il modello 770 ordinario per un numero di soggetti superiore a 20, deve utilizzare il servizio telematico Entratel per la trasmissione telematica di entrambi i modelli. Come precisato dalle Entrate, chi è già abilitato al servizio telematico Entratel deve comunque servirsi di questo canale. La dichiarazione 770 si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati sul servizio telematico dell’Agenzia delle Entrate e si sarà ricevuta la comunicazione rilasciata per via telematica dal Fisco che attesta tale ricezione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il