BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: problema esodati non risolto mette in crisi pure modifiche pensioni

Problema esodati ancora aperto: secondo le ultime notizie restano circa 50mila esodati da salvaguardare: Quali le conseguenze su modifiche pensioni?




Sembrava che il problema fosse risolto e addirittura si pensava che il fondo per gli esodati potesse essere utilizzato per ulteriori modifiche pensionistiche, ma le ultime notizie sembrano deludere queste aspettative. La questione esodati, infatti, non è affatto risolta.

Secondo quanto denunciato, infatti, da Vera Lamonica, segretaria confederale della Cgil, restano ancora 50mila esodati da salvaguardare, lavoratori che al dicembre 2011 erano già usciti dal mondo del lavoro a vario titolo con la prospettiva di accedere alla pensione entro il 6 gennaio 2019.

Ciò significa che per chiudere la partita serviranno ulteriori risorse per cui nient’altro si potrà fare e i tempi di intervento sulle pensioni si allungheranno sicuramente ancora, per l’ennesima volta. Probabilmente, esattamente come già accaduto l’anno scorso, si continuerà a parlare di novità pensioni possibili fino alla prossima Manovra Finanziaria d’autunno, ma si arriverà alla fine dell’anno ancora nelle condizioni di impossibilità di trasformare in realtà le proposte e le ipotesi avanzate. Molto dipenderà, come più volte detto, dall’andamento dell’economia italiana, che al momento, però, non prospetta nulla di buono.

Tornando al caso esodati, Maria Luisa Gnecchi del Pd insieme ad altri esponenti della Commissione Lavoro hanno confermato l’intenzione di proseguire con i provvedimenti di salvaguardia degli esodati come da sempre ribadito. Il percorso potrebbe rivelarsi complesso, soprattutto per reperimento e impiego dei fondi necessari, ma certamente si arriverà alla conclusione di questo caso, inevitabile ormai da chiudere.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il