BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: legge povertà di quota 100, mini pensioni, assegno universale più probabile

Più probabile una nuova legge con misure contro la povertà di modifiche pensionistiche imminenti: le novità e cosa si prevede




Sempre più improbabile l’approvazione imminente di prepensionamenti con quota 100 o mini pensione, sempre più aperto il dibattito sull’assegno universale, mentre sembra più probabile, come confermano le ultime notizie, che si arrivi alla definizione e all’approvazione del decreto previdenza. Le novità riportano infatti l’esito di un incontro a sorpresa tenutosi nel week end tra premier Renzi e ministro dell’Economia Padoan e i tecnici della Ragioneria dello Stato per la definizione di un piano anti povertà le cui misure potrebbero rientrare nel decreto previdenza tanto tornato alla ribalta nelle ultime settimane.

Si dovrebbe innanzitutto partire col recuperare 10 miliardi che servono per la legge povertà attraverso i tagli della spending review del commissario Gutgeld, che dovrebbero colpire agevolazioni fiscali alle famiglie e dovrebbe essere accompagnati da quegli interventi negativi su baby pensioni, pensioni di invalidità, reversibilità, cumulo che permetterebbero di recuperare nuove risorse economiche da destinare poi a chi si vive in condizioni di forte crisi e per ulteriori interventi pensionistici positivi.

E diverse fonti confermano che al momento la priorità del governo è definire le misure del decreto povertà, pensando anche a quel salario minimo che sta diventando sempre più necessario, per poi ampliare il lavoro a modifiche pensionistiche che cambino i requisiti per il pensionamento, permettendo ai lavoratori di uscire prima rispetto alla soglia attualmente fissata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il