BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate ci sono a 50 anni ancora pur con leggi attuali. Per chi, quando e come funziona

Arrivano nuove prove delle disparità di trattamento nel sistema delle pensioni in Italia. Serve una legge universale e strutturale.




Che il sistema previdenziale italiano non sia tra i più equi è noto da tempo. Le disuguaglianze di trattamento nelle pensioni sono state portate alla luce da Tito Boeri, presidente dell'Inps, con l'operazione Porte aperte. Uno dopo l'altro sono state analizzate le condizioni privilegiate degli aderenti a Fondo Speciale Ferrovie dello Stato, Fondo speciale dirigenti ex-INPDAI, Fondo Speciale per il Trasporto Aereo, Fondo Pensioni Personale Addetto ai Pubblici Servizi di Telefonia, Fondo di previdenza per i dipendenti dall'Enel e dalle Aziende Elettriche Private, Fondo di previdenza per il personale addetto ai Pubblici Servizi di Trasporto, comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico, Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato dei Magistrati, Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato.

Non solo, ma lo stato di crisi attraversato da gruppo RCS, potrebbe spinge parte di giornalisti e tipografi ad andare in pensione a 50 anni di età. Una situazione evidentemente di privilegio frutto di accordi per la sopravvivenza della stessa società. A completamento del quadro, un emendamento alla riforma della pubblica amministrazione prevede la possibilità della pensione anticipata a 57 anni per i giornalisti dipendenti di imprese editoriali in stato crisi.

Tutti gli altri non possono andare in pensione prima del raggiungimento di 66 anni e 3 mesi per lavoratori dipendenti e autonomi e per lavoratrici del settore pubblico, 63 anni e 9 mesi per lavoratrici del settore privato; 64 anni e 9 mesi per lavoratrici autonome. Per le persone in possesso di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995, sono richiesti 42 anni e 6 mesi di anzianità contributiva per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne. Solo nel 2018, l'età di pensione fra uomini e donne sarà parificata a 66 anni e 3 mesi per via della prospettiva di aumento della speranza di vita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il