BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero treni oggi venerdì Toscana e Lombaria. Orario, fasce garantite, informazioni. Cancellato metro, autobus, Milano

Sciopero e disagi circolazione treni Trenitalia domani 24 luglio in Toscana: sospeso sciopero a Milano e in Lombardia così come in Piemonte. Orari




Nuovi disagi in vista per la circolazione ferroviaria in programma per domani, venerdì 24 luglio: dovrebbero fermarsi i treni Trenitalia, ma nessun problema per la circolazione regionale Trenord in Lombardia. E’ stato, infatti, indetto per domani, dalle 10 alle 14 uno sciopero del personale di macchina e di bordo della Direzione Regionale Toscana di Trenitalia. I disagi, tra cancellazioni, ritardi e variazioni di orari, potrebbero verificarsi nella circolazione dei treni Regionali, in Toscana e nelle regioni limitrofe, e lo sciopero potrà comportare ulteriori variazioni anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione.

Non sono previste , però,modifiche alla circolazione dei treni della lunga percorrenza. Per ulteriori informazioni sullo stato del proprio treno è sempre consigliabile consultare il sito Trenitalia.com o rivolgersi agli uffici assistenza clienti e alle biglietterie delle stazioni. Se in Toscana domani si registreranno certamente disagi nella circolazione ferroviaria, meglio dovrebbe andare a Milano e in Lombardia, dove dovrebbe essere stato cancellato lo sciopero Trenitalia e i treni Trenord circoleranno regolarmente.

Nessun problema nemmeno per la circolazione dei mezzi pubblici, tra bus, metro e tran: i lavoratori Atm di Milano, che avrebbero dovuto scioperare dalle 18 alle 22 per una protesta indetta dai Cobas, sono invece stati precettati, nuovamente, dalla Prefettura, per cui domani sarà garantita regolare circolazione dei trasporti. Sospeso lo sciopero dei treni anche in Piemonte, dopo l’incontro di qualche giorno fa tra l'assessore ai trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco e le delegazioni dei sindacati dei ferrovieri Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Fast Ferrovie e Orsa. E fino ad ottobre non ci sarà nessun nuovo sciopero dei treni, contro le gare indette dalla Regione per l'assegnazione del servizio ferroviario regionale.

Balocco ha inoltre precisato “Col sindacato condividiamo gli stessi obiettivi,ovvero la salvaguardia dei posti di lavoro e dei diritti acquisiti e il miglioramento della qualità del servizio. Ma siamo convinti che l'introduzione di elementi di concorrenza e confronto competitivo siano indispensabili per raggiungere tali obiettivi. E continueremo a dialogare per il bene dei lavoratori e dei passeggeri che sarebbero i più penalizzati da un clima di scontro e di agitazione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il