BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, assegno universale impossibili se appena si fa buona legge si cancella

Ancora possibili ritardi per novità pensioni come quota 100 e assegno universale per tutti per i dietrofront su leggi già fatte e riviste: cosa prevedono e ultime notizie




Staffetta generazionale e part time con contributi a carico dello Stato e dietrofront: nel testo della riforma della P.A. in discussione al Senato, infatti, il part time è passato ma con il pagamento dei contributi per chi decide di passare da impiego full time a part time a carico dei lavoratori stessi fino al raggiungimento dei normali requisiti pensionistici, cosa che chiaramente non rende vantaggioso il sistema impedendo così, ancora, l’ingresso di nuovi giovani nel mondo del lavoro. Ma le novità, negative, non finiscono qui e le ultime notizie riguardano lo stop a nuovi incarichi per i pensionati prima e l’ennesimo dietrofront poi.

Ancora cambiamenti, infatti, nell’ennesima misura della riforma della P.A.: emendamento approvato alla delega P.A. dalla Camera, primo firmatario Giovanni Sanga (Pd) e riformulato dal relatore Ernesto Carbone, prevede che il tetto di un anno i stop a incarichi ulteriori per i pensionati valga esclusivamente per i ruoli direttivi, senza possibilità di rinnovo.

La legge che doveva essere approvata vietava di affidare ai pensionati incarichi dirigenziali o direttivi, di studio o di consulenza, e cariche di governo nella pubblica amministrazione, divieto che però non vale per tutti e non impedisce a chi è andato in pensione per la propria carriera di scegliere un impiego in un altro settore della P.A., dove i limiti di età sono diversi, o di svolgere attività per incarichi che non comportano funzioni dirigenziali o direttive. Il continuo dietrofront su questioni che potrebbero essere già chiuse ritarda chiaramente anche l’approvazione di novità totali, da quota 100 ad assegno universale per tutti perché se già c’è difficoltà  nel definire precisamente leggi già presentate, ancora più difficile sarebbe lavorare su proposte ancora solo ipotetiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il