BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu terreni agricoli: proroga 30 ottobre ufficiale aspettando imu agricola rimudulata o cancellata nei piani di Renzi su tasse

Per il versamento della prima rata dell'Imu 2015 sui terreni agricoli c'è tempo fino al 30 ottobre. Si va verso l'abolizione dell'imposta?




Slitta al 30 ottobre 2015 la possibilità di pagare l'acconto Imu 2015 sui terreni agricoli senza interessi e sanzioni. La proroga è stato inserita in un emendamento al decreto legge sugli enti locali approvato in sede di commissione Bilancio del Senato. La proroga riguarda tutti i proprietari di terreni, compresi quelli in pianura, e non solo quelli coinvolti dal cambio di regole che ha ridefinito i confini per l'esenzione. Si tratta di una decisione che, a vario titolo, coinvolge, contribuenti, operatori professionali, associazioni di categoria e soggetti che realizzano i software per il calcolo dei tributi

La questione dell'Imu agricola rimane comunque aperta. In pria battuta si resta in attesa del deposito delle sentenze da parte del Tar del Lazio. Fino a questo momento sono state pubblicate due pronunce di improcedibilità relative a Comuni esclusi dalla tassazione. Quindi c'è la promessa del premier Matteo Renzi di tagliare le tasse in Italia, tra cui anche l'imposta sul possesso dei terreni agricoli. D'altronde, dopo una serie di tira e molla, l'individuazione dei criteri per essere soggetti al pagamento è stato più volte oggetto di modifiche.

E non è stata da meno la questione della detrazione di 200 euro da calcolare con riferimento a tutti i terreni condotti direttamente. Nel caso in cui il coltivatore diretto o imprenditore agricolo, iscritto nella previdenza agricola, possiede e conduce più terreni, le riduzioni devono essere calcolate proporzionalmente al valore dei terreni posseduti nei vari comuni e devono essere rapportate al periodo dell'anno in cui sussistono le condizioni richieste dalla norma e alla quota di possesso. Trattandosi di agevolazioni che hanno natura soggettiva devono applicarsi per intero sull'imponibile calcolato in riferimento alla corrispondente porzione di proprietà del soggetto passivo che coltiva direttamente il fondo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il