BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: affermazioni Simonetti, Renzi, Maroni, Boeri, Brunetta, Boschi, Padoan, Poletti

Le ultime dichiarazioni sulle pensioni di Simonetti, Maroni, Brunetta, Gutgeld, Boschi: novità della settimana e cosa aspettarsi




Ancora un’altra settimana intesa per quanto riguarda novità pensioni, ancora tante le dichiarazioni di esponenti del governo che dichiarano differenti posizioni sulla questione previdenziale. Secondo le ultime notizie, infatti, Roberto Simonetti della Lega accusa la contrarietà di informazioni comunicate dal ministro del Lavoro Polettti che ha annunciato novità pensioni nella prossima Manovra Finanziaria, e il premier Renzi, che ha invece smentito questo tempo per la definizione di prossimi interventi pensionistici. Intanto, lo stesso Simonetti continua, come tutta la Lega, a rilanciare sul piano di quota 100, con un minimo di 35 anni di contributi o, in alternativa, 58 anni di età anagrafica.

Chiede, invece, la totale abolizione dell’attuale legge previdenziale il governatore della Lombardia Maroni, definendo questa eventuale scelta “un atto di giustizia nei confronti di tanti lavoratori puniti ingiustamente” a causa di un irrigidimento dei requisiti di accesso alla pensione che negli ultimi anni hanno decisamente subito forti penalizzazioni. E della stessa opinione del governatore della Lombardia anche Renato Brunetta capogruppo di Forza Italia, secondo cui bisogna, prima di ogni altro intervento, cancellare la legge attuale, che avrebbe creato solo danni e problemi.

Diversa, invece, la posizione del commissario della spending review Gutgeld che, invece, per mettere in atto concreti interventi pensionistici punta prima a tagli e riduzioni della spesa pubblica. Gutgeld ha spiegato che il nuovo sistema semplificato tocca Ministeri e Regioni, sanità compresa, e conferma che l'obiettivo della nuova spending review per il 2016 resta quello di recuperare 10 miliardi.

Interviene nel dibattito pensionistico, soprattutto in riferimento alle pensioni di reversibilità, il ministro Boschi, dopo il pronunciamento della Corte europea sull'obbligo che l'Italia introduca l riconoscimento legale dei diritti civili per le coppie dello stesso sesso. Si tratta di una norma che chiama in causa l'estensione, dunque, anche per loro del riconoscimento delle pensioni di reversibilità, esattamente come succede per tutte le coppie sposate. Il ministro per le Riforme ha annunciato una legge entro l'anno il riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il