BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2015: ufficiale o quasi proroga. E per tutte le scadenze fisco annunciata revisione date per l'anno prossimo

Confermata la proroga di trasmissione del modello 770 2015 che dal 31 luglio slitta al prossimo 21 settembre: le novità del ravvedimento operoso




Confermata la proroga di trasmissione del modello 770 2015 che dal 31 luglio slitta al prossimo 21 settembre. Ad annunciarla il sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti. La pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale dovrebbe arrivare all’inizio della prossima settimana, forse anche il 29-30, visto che anche l’anno scorso è arrivata solo il 28 luglio. Inoltre, il viceministro dell'Economia, Luigi Casero, ha annunciato anche un riordino complessivo delle scadenze fiscali. Soddisfatta della proroga di invio del 770 la presidente del Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro Calderone che ha anche detto che presenterà un nuovo piano di organizzazione delle scadenze in modo da “renderle più gestibili nell’attività degli intermediari”.

Zanetti ha anche precisato che per la trasmissione del nuovo modello 770 2015 e i relativi versamenti effettuati in ritardo varranno le nuove disposizioni sul ravvedimento operoso introdotte scorsa Manovra Finanziaria in base alla quale sono stati ampliati sia i termini che le modalità per l’adempimento. Sono diverse, infatti, le sono previste a seconda delle violazioni che prevedono mancato versamento del tributo; errori ed omissioni sul versamento; presentazione tardiva. Il ravvedimento operoso previsto per la presentazione tardiva del modello 770 2015 prevede il versamento di quanto dovuto entro il 90esimo giorno successivo alla scadenza con una sanzione a 1/10 del minimo.

Per il mancato versamento del tributo, entro 30 giorni dalla scadenza, la sanzione amministrativa standard del 30% viene ridotta a 1/10 del minimo; mentre se il versamento dei tributi nel modello 770 2015 avviene entro 14 giorni dalla scadenza, la sanzione ammonta allo 0,020% al giorno per ogni giorno successivo alla scadenza.

Per errori e omissioni nella presentazione del modello 770 2015, entro 90 giorni dalla scadenza, la sanzione per errori e omissioni sul 770 viene ridotta di 1/9 del minimo, per un totale del 3.3%; entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui si è commessa la violazione la sanzione ridotta è pari al 3,75%; entro il termine di presentazione della dichiarazione successiva a quella relativa all’anno in cui si è commessa la violazione la sanzione ammonta al 4,20%; mentre oltre il termine di presentazione della dichiarazione successiva a quella relativa all’anno in cui si è commessa la violazione la sanzione è pari al 5%.

Per trasmettere il modello 770, sia ordinario che semplificato, bisogna farlo esclusivamente in via telematica direttamente o tramite un intermediario abilitato (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc.), attraverso il servizio telematico Fisconline o Entratel.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il