BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: hanno meno peso politici impegnati in modifiche pensioni dopo rimpasto Commissioni

Rimpasto dei presidenti delle Commissioni deciso: riconfermati tutti i presidenti di minoranza Pd ma solo a patto che non si manifestino più dissensi. Le novità




Qualche settimana fa le ultime notizia su possibili rimpasti di governo che avrebbero coinvolto non soltanto i ministri ma anche i presidenti delle Commissioni e alla fine Renzi ha deciso: riconfermati tutti i presidenti di minoranza Pd ma solo a patto che non si manifestino più i dissensi che sono stati manifestati nei mesi scorsi, come avvenuto per esempio nei casi di Jobs Act e legge elettorale, il che vorrà dire un minor peso della minoranza Pd per le decisioni del governo. Sono stati comunque confermati Epifanialle Attività Produttive, Francesco Boccia presidente della Commissione Bilancio, Andrea Mazziotti al posto di Francesco Paolo Sisto di FI alla commissione affari Costituzionali, Mario Marazziti di Per l’Italia al posto di Pierpaolo Vargiù alla commissione affari Sociali.

Alla presidenza della Commissione è stata invece eletta Flavia Piccoli Nardelli del Pd al posto di Giancarlo Galan di Forza Italia, e alla Commissione Difesa arriva il deputato Pd Garofani. Sono stati, dunque, sostituiti tutti i presidenti di Forza Italia e tra le novità c'è anche Maurizio Bernardo di Ap, eletto presidente della Commissione Finanze della camera al posto dell'uscente Daniele Capezzone.

Confermato anche Fabrizio Cicchitto (ap) della Commissione esteri, Donatella Ferranti (pd) della Commissione giustizia, Ermete Realacci del Pd alla Commissione ambiente della camera, Luca Sani, sempre del Pd, alla Commissione agricoltura, Michele Meta ai Trasporti e Michele Bordo dalle Politiche europee. 

Confermato anche Cesare Damiano presidente della Commissione Lavoro, personalità che, nonostante i continui ‘attacchi’ al governo e le proposte spesso controcorrente potrà essere adesso maggiormente gestita dal premier Renzi in virtù della condizione inizialmente detta, vale evitare i dissensi finora dimostrati

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il