BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero Roma oggi lunedì treni, metropolitana, autobus non c'è ufficiale, cancellato. Seppur rischio rallentamenti e blocchi

Scongiurato lo sciopero di Atac e Cotral nella giornata di domani, la situazione del trasporto pubblico a Roma rimane comunque precaria.




Salta lo sciopero di domani lunedì 27 luglio 2015 del trasporto pubblico a Roma, ma la situazione continua a rimanere critica. L'ennesima agitazione è stata questa volta evitata per l'intervento del prefetto Franco Gabrielli che ha precettato i lavoratori delle società coinvolte. I sindacati avevano già predisposto gli orari dell'agitazione nel rispetto delle fasce di garanzia. Più precisamente l'Atac sarebbe rimasta ferma per 24 ore, tra le 8.30 e le 17 e dalle 20 a fine servizio. Lo sciopero avrebbe perciò influito sulla circolazione di bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Nord con ripercussioni sul servizio delle navette bus MA1 e MA2, che dalle 21.30 sostituiscono la metro A, e sul servizio notturno.

Uno sciopero parallelo avrebbe coinvolto i dipendenti del consorzio Roma Tpl che gestisce le linee degli autobus nelle periferie della Capitale. In questo caso i lavoratori avrebbero incrociato le braccia per 4 ore. Secondo il prefetto, che ha di fatto accolto le preoccupazione dell'Autorità garante per gli scioperi, la precettazione si è resa necessaria per evitare "che le criticità del trasporto urbano emerse nei giorni scorsi, rilevate anche dalla Commissione di garanzia sull'esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, subissero un ulteriore aggravamento compromettendo l'esercizio della libertà di circolazione dei cittadini, costituzionalmente garantita".

Anche se non sarebbero stati coinvolti il servizio di bus extraurbani della Cotral e quello di Trenitalia, a situazione della precarietà del trasporto pubblico locale nella Capitale è comunque evidente, come dimostrato dagli oltre 20 giorni di sciopero bianco dei macchinisti della metropolitana di Roma che puntano l'indice contro la decisione dell'azienda di obbligarli a timbrare il cartellino all'inizio e al termine del servizio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il