BusinessOnline - Il portale per i decision maker








FIFA 16: i valori dei giocatori spiegati dallo staff e ulteriori novità della settimana

Ecco nuovi dettagli sul prossimo capitolo del titolo di simulazione calcistica di Electronic Arts, in uscita nel mese di settembre.




Settimana dopo settimana si avvicina il giorno del lancio sul mercato di FIFA 16. Molte delle novità e dei miglioramenti introdotti da Electronic Arts nel suo prossimo titolo di simulazione calcistica sono noti da tempo: grafica migliorata, gioco più raffinato, kit di squadre e stadi aggiornati e il debutto del calcio femminile. Resta però ancora tanto da scoprire sia in relazione alle funzionalità e sia al percorso che ha condotto la software house a fare determinate scelte. Ad esempio, chi decide i valori dei calciatori?

A rispondere a questa domanda ci ha pensato il direttore creativo Matthew Prior che ha svelato la presenza di uno staff dislocato in tutto il mondo e incaricato di studiare le caratteristiche di ogni singolo calciatori e non solo del Messi o del Cristiano Ronaldo di turno. Naturalmente non tutti si trovano d'accordo, sia tra i giocatori e sia tra i calciatori stessi. Nella maggior parte delle volte - rivela Prior - credono di meritarsi numeri più alti. C'è poi un dettagli di lavoro molto interessante: Electronic Arts è sempre alla ricerca del miglior bilanciamento tra autenticità e intrattenimento. C'è una sottile linea invisibile che, se oltrepassata da una parte o dall'altra, rischia di far diventare il gioco noioso.

La principale novità è naturalmente rappresentata dal calcio femminile. Si tratta di una scelta di successo? Solo il tempo saprà dare la risposta definitiva. L'intenzione della software house è di catturare un'altra fetta di mercato e per farlo ha lavorato sulla riprogettazione pressoché totale della fisica, della velocità e delle qualità tecniche dei giocatori in campo. Le differenze, insomma, saranno evidenti. FIFA 16, come è noto da tempo, finirà a scaffale a settembre nelle versioni per Xbox One, PlayStation 4, Xbox 360, PlayStation 3 e PC.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il