BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sciopero Roma treni, metro, autobus cancellato lunedì 27 Luglio come a Milano ufficiale. Seppure rischi ritardi

Era atteso per lunedì 27 luglio lo sciopero a Roma di treni, autobus e metrò. Il prefetto, però, ha deciso di seguire quanto avvenuto a Milano, annullando lo sciopero. Rimangono possibili, comunque ritardi nei servizi.




Nelle ultime ore si era parlato della possibilità che lo sciopero dei mezzi pubblici programmato a Roma per il 27 luglio potesse essere a rischio. La conferma ufficiale dell'annullamento dello sciopero di Milano, quest'ultimo previsto per oggi 24 luglio, ha convinto il prefetto a prendere la medesima decisione per la Capitale. Ad ogni modo, comunque, potrebbero verificarsi delle cancellazioni o alcuni ritardi. Bisogna tener conto degli ultimi giorni difficili che hanno interessato la metropolitana; inoltre, pochi giorni fa sono stati sufficienti alcuni dipendenti per rallentare i servizi. Il fatto che l'annullamento sia stato deciso dal prefetto potrebbe anche portare al verificarsi di qualche ritorsione nei suoi confronti.

A rimanere in vigore è lo sciopero del personale della Direzione Regionale Toscana di Trenitalia. A Roma, l'agitazione era prevista dalle 8.30 alle 17 e, in seguito, dalle 20 alla fine del servizio. Disagi erano attesi sia per i bus che per i tram, i filobus e le metropolitane, oltre a diversi tratti delle ferrovie. Di quattro ore, invece, era lo sciopero previsto per il consorzio Roma Tpl, che era stato proclamato da Ugl e "Faisa Cisa" per un periodo di 4 ore.

Oltre al prefetto, ad esprimersi contro l'agitazione è stata anche l'Autorità garante per gli scioperi. Si sarebbe trattato, infatti, del quinto sciopero nell'arco degli ultimi 4 mesi, che avrebbe finito per mettere decisamente a rischio la libera circolazione di chi si viene a trovare a Roma nei giorni dello sciopero. Sempre l'Autorità garante ha indicato come le astensioni dal lavoro sarebbero andate a sommarsi a quei disagi che in queste settimane stanno già interessando il servizio pubblico della Capitale. Sono molti, infatti, i ritardi e il numero ridotto di corse che hanno già finito per provocare la reazione rabbiosa di molti cittadini esasperati da quanto accaduto.

Ora si attende la possibile risposta dei sindacati in merito alla decisione assunta dal prefetto. Per ora, comunque, treni, metri ed autobus dovrebbero garantire un normale servizio. Solo lunedì 27, comunque, si avrà la conferma della mancanza di disagi o di ritardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il