BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, assegno universale create inizialmente solo per precoci e usuranti

Novità pensioni e cambiamenti requisiti di uscita ma solo per precoci e usuranti: sarà possibile? La situazione e le novità




Tra le tante novità pensionistiche presentate in questi ultimi mesi e in discussione al governo, mancano specifici riferimenti e leggi alle categorie dei lavoratori usuranti e precoci, categorie cui servirebbero apposte modifiche pensionistiche. E secondo le ultime notizie qualcosa per loro potrebbe profilarsi all’orizzonte. Considerando, infatti, la mancanza di risorse economiche che da tempo sta portando Ragioneria di Stato e ministero del Tesoro a bloccare qualsiasi intervento previdenziale, qualcosa potrebbe cambiare solo per pochi.

Si ritornerebbe così alle discussioni di parecchi mesi fa quanto precoci e usuranti erano tra i principali protagonisti del mondo del lavoro da tutelare. L’idea è da sempre quella che questi lavoratori fanno sempre più fatica a raggiungere i requisiti di pensionamento oggi imposti, motivo per i quali, visti i rallentamenti nella definizione di novità pensioni per tutti,è probabile che quota 100, mini pensione, contributivo o assegno universale potrebbero essere sperimentati solo per loro.

Ma non si tratta di un piano di lavoro certo:come da sempre sostenuto dal ministro del Lavoro Poletti, servono modifiche specifiche per queste categorie di lavoratori, pur se lo stesso Poletti, la scorsa estate, aveva parlato di una soluzione universale per tutti anche se tarda, come immaginabile, ad arrivare. Se, però così fosse, piani come quota 100, pensione anticipata con mini pensione così come messi a punto appositamente per precoci e usuranti potrebbero essere fattibili prima che per tutti. La platea di beneficiari sarebbe ridotte e le risorse forse tutte disponibili.   

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il