BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: interventi su pensioni e salari altrimenti per FMI recupero in più di 20 anni

Rilanciare su lavoro e modifiche pensionistiche per il rilancio dell’economia italiana: nuovo monito Fmi e novità. Cosa fare?




Serviranno circa 20 anni all’Italia per tornare ai livelli pre crisi: secondo le novità del Fondo Monetario Internazione, ‘In Italia il tasso naturale di disoccupazione è previsto a un livello più alto che durante la crisi. Senza un significativo rialzo della crescita all'Italia e al Portogallo potrebbero servire quasi 20 anni per ridurre la disoccupazione ai livelli pre-crisi’.  Secondo il Fondo Monetario Internazionale, l'Italia dovrebbe dare il via alla riforma dell’amministrazione pubblica per aumentare l'efficienza del settore pubblico, migliorare l’efficienza della giustizia civile, razionalizzare settore di commercio e trasporti, ma soprattutto rafforzare le misure del Jobs Act, ridisegnare gli ammortizzatori sociali per creare un sistema universale di sostegno per ricerca di lavoro e adottare una ‘ulteriore decentralizzazione della contrattazione salariale attraverso una maggiore flessibilità nei contratti nazionali’.

Le ultime notizie rilanciano, dunque, la necessità di intervenire sui salari, per arginare quella povertà crescente che si registra nel nostro Paese, ma anche l’urgenza di intervenire sull’attuale legge pensionistica, modificando i requisiti di accesso alla pensione per permettere ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima e lasciare così spazio ai più giovani nel mondo del lavoro. Pensioni e rilancio dell’occupazione, soprattutto giovanile, sarebbero dunque strettamente collegati in un piano di rilancio dell’economia in generale.

Ma affrontare questo percorso è piuttosto difficile considerando gli ostacoli che continuano ad esserci, dalla dichiarata contrarietà dell’Ue a qualsiasi modifica pensionistica alla mancanza delle necessarie risorse economiche. Eppure sembra un piano lineare di spinta all’economia. Già qualche mese fa l’Fmi aveva ribadito la necessità di migliorare la situazione previdenziale, ma senza toccare l’attuale legge pensionistica. Il problema resta capire cosa fare e quando farlo, considerando le situazioni avverse.

Ci sarebbero, infatti, piani ben definiti di interventi sulle pensioni, come quota 100, mini pensione, part time, piano Damiano-Baretta, così come a sostegno della povertà, a partire da salario minimo per arrivare all’assegno universale, se ne discute da mesi ormai senza però arrivare mai a nulla di concreto perché il governo non ha quei margini di manovra disponibili tali da poter attuare novità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il