BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni speranze riforma PA chiuse ufficiale, riforma tasse Comuni, amnistia,quota 96,riforma legge cannabis: novitÓ venerdý oggi

Le novitÓ del governo Renzi ad oggi venerdý 31 luglio tra nuove delusioni per mancate modifiche pensioni e ultime notizie legalizzazione cannabis, questione carceraria e caso quota 96.




Novità oggi venerdì 31 Luglio ricche di grande delusione arrivano dalla riforma della P.A. che blocca ogni aspettativa di novità concreta sulle pensioni, fermo il part time o di altre forme flessibile presenti negli emendamenti, all’indomani delle ultime notizie che hanno confermato il nulla in tal senso sia nella riforma della Scuola che della P.A. Quando sarà possibile definire soluzioni per questa categoria di lavoratori? E poi la riforma delle droghe, tra la cannabix e la local tax, tasse comunali

Pensioni: Nulla Ancora una ennesima delusione per chi si aspettava dalla riforma della Pubblica amministrazione novità che avrebbero potuto rappresentare una svolta per le modifiche alle pensioni. Nulla, infatti, di buono è arrivato su part time e turn over e nulla sulle ricongiunzioni onerose. La delega prevede l'introduzione del part time nelle Pubbliche Amministrazioni con la possibilità per i dipendenti prossimi alla pensione di passare da impiego full time a part-time continuando, però, autonomamente a pagarsi i contributi rimanenti fino al raggiungimento dei normali requisiti pensionistici. Si tratta di una norma che non incontra il favore di tutti, considerando che l’intenzione era quella di permettere il part time con pagamenti dei contributi previdenziali comunque a carico dello Stato, ma per la Ragioneria di Stato sarebbe troppo costoso. E così i dipendenti dovrebbero pagarsi i contributi esattamente come fanno i lavoratori privati. E la delusione no è soltanto per i lavoratori statali che ancora una volta avevano creduto che qualcosa potesse effettivamente cambiare, ma anche per i privati, considerando che, come ribadito più volte, qualsiasi intervento pensionistico approvato per i dipendenti pubblici dovrebbero essere poi estese anche ai privati, per evitare discriminazioni. Non resta, dunque, che attendere ancora.

Riforma legge cannabis: Approda alla Camera la proposta di legge per la legalizzazione della cannabis. Il disegno di legge è stato depositato ufficialmente mercoledì mattina. E,da quando l’iniziativa del senatore Della Vedova è stata presentata ha riscosso sempre più consensi dalle diverse forze politiche. Il testo chiede la legalizzazione della coltivazione e del possesso di marjuana in minime quantità (cinque piantine e cinque grammi, fino a 15 per il possesso domestico), e del suo uso per i pazienti affetti da patologie curabili con la cannabis e che oggi incontrano parecchie difficoltà ad accedere a farmaci derivati dai cannabinoidi. Inoltre, il testo di legge introduce il monopolio di Stato per la produzione e la distribuzione e compare anche nell’ordinamento la figura dei Cannabis Social Club, sul modello spagnolo, associazioni con un massimo di 50 iscritti che fanno uso e in qualche caso coltivano la marijuana.

Quota 96: Non cambia ancora nulla per il futuro dei 4mila interessati di quota 96. Docenti e personale Ata che hanno maturato i loro requisiti di accesso alla pensione già tre anni fa devono ancora continuare a lavorare. Da settembre, dunque, tutti di nuovo in cattedra, anche se, dopo le ultime delusioni di Riforma della Scuola e della P.A. che non hanno previsto alcuna discussione sulla questione, si spera possano aprirsi nuove possibilità al più presto.

Indulto e amnistia: Nulla di nuovo ancora nemmeno sulle misure di indulto e amnistia e probabilmente nessuna novità arriverà per il momento, se mai si dovesse arrivare alla conclusione della discussione su queste misure di clemenza che negli ultimi mesi hanno portato ad accesi dibattiti. Dalle parti ben giustificati. Se c’è infatti chi (il ministro della Giustizia Orlando) sostiene che l’emergenza carceraria sia quasi risolta, per cui non serve l’applicazione di indulto e amnistia, posizione sostenuta dal premier Renzi, c’è chi, dall’altra parte, (Sappe in prima fila ma anche i Radicali) sostiene decisamente il contrario, dimostrandolo riportando le ultime notizie dalle carceri che denunciano ancora drammatiche condizioni di vita nelle carceri e continui tentativi di suicidi. E’ chiaro, dunque, come sia necessario comunque agire in qualche modo.

Riforma tasse Comuni con baratto: E' la novità del giorno: tasse insostenibili e i cittadini non riescono a versarle al proprio Comune? Si potrà d'ora in poi non pagare ricorrendo all'antica formula del baratto. Ebbene sì, sarà infatti possibile, in caso di difficoltà nei pagamenti regolari, applicare il baratto amministrativo, articolo 24 del decreto ‘Sblocca Italia’. Si tratta di un meccanismo che offre ai cittadini la possibilità di fornire ore di lavoro e servizi in accordo con l'amministrazione e avere, in canbio, uno sconto sui tributi.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il