BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: incontro Commissione non si è fatto ieri.Nulla per quindicenni e contributivo donna

Rimandata la discussione pensioni in Commissione Lavoro inizialmente in programma per oggi. Disegni di legge al vaglio e novità




AGGIORNAMENTO:  A quanto apprendiamo, per amor di precisazione, la seduta di giovedì 30 Luglio, è stata fatta in pratica martedì 28 Luglio 2015 cancellando di fatto quest'ultima o rimandandola (come preferite dire). Nella seduta del 28 Luglio 2015, leggendo i verbali, la parola pensione NON esce mai e una volta solo prepensionamenti ma in un contesto non di novità riguarfanti pensioni anticipate come quindicenni o contributivo donna. Si è parlato, invece, di tanti altri argomenti ma, forse, a dire il vero, tranne naspi e aspi, poco concreti. Speriamo che la novità e notizia del comitato ristretto proposto sia a questo punto reale che potete leggere in fondo a questo nostro articolo.

Era stata fissata per oggi, giovedì 30 luglio, una nuova riunione della Commissione Lavoro che avrebbe dovuto discutere ancora di eventuali novità pensioni ma è stata rimandata e probabilmente i lavori slitteranno alla settimana prossima, considerando che sarebbe l’ultima utile prima della pausa estiva. Secondo le ultime notizie, si sarebbero dovuti discutere tre nuovi disegni di legge depositati dai Dem e dalla Lega Nord, a partire dalla proposta del Pd che chiede l’estensione della sesta salvaguardia ai lavoratori edili, ai lavoratori titolari di indennità di mobilità ordinaria cessati dal servizio dopo il 30 settembre 2012 con accordi di tipo non governativo, e a coloro che non hanno potuto fruire della mobilità a causa del fallimento dell'impresa.

Il disegno di legge presentato dalla Lega, invece, chiede una salvaguardia per i lavoratori cosiddetti quindicenni, che cioè hanno maturato i loro requisiti pensionistici entro il 31 dicembre 1992, l'estensione della pensione a 64 anni ai lavoratori del pubblico impiego che hanno maturato quota 96 entro il 2012, e la proroga del contributivo donna.  

Tra le altre questioni all’esame in attesa di risposte, nuovi esodati da tutelare e l’ennesima richiesta di pensionamento anticipato per i quota 96 della scuola che hanno ampiamente maturato i requisiti pensionistici loro richiesti ormai tre anni fa.

Probabilmente la discussione sarà affidata ad un Comitato ristretto,con l'obiettivo di definire un testo dopo la pausa estiva, a settembre, in modo da farlo approdare in Aula prima della Manovra Finanziaria d’autunno. Ma al momento sembra difficile che verranno effettivamente rispettati questi tempi, considerando i continui ritardi e i problemi di risorse economiche che certamente dovranno essere stanziate. Anche in questo caso, infatti, ci sarebbe da superare l’ostacolo del Mef quasi sicuramente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il