BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Windows 10: scaricare, installare conviene subito o no e soluzioni a problemi, bug, errori riscontrati. Novità questa settimana

Mentre è in corso la distribuzione della nuova versione del sistema operativo di Microsoft, in cantiere c'è già il primo aggiornamento.




Questa che sta terminando sarà ricordata come la settimana di Windows 10. Microsoft ha infatti iniziato il rollout della nuova versione del sistema operativo di Microsoft. Non tutti gli utenti sono subito coinvolti così come non tutte le versioni del software sono già scaricabile. Sotto il primo punto di vista, la distribuzione raggiunge prima gli iscritti al Windows Insider Program e quindi gli utenti che hanno effettuato la prenotazione attraverso l'app Ottieni Windows 10. La società di Redmon dà comunque l'opportunità di scaricare e installare autonomamente il software attraverso le immagini ISO presenti in questa pagina. Disponibili sia nella versione a 32-bit sia in quella a 64-bit, richiedono almeno 4 GB di spazio libero e la disponibilità del codice Product Key di Windows.

Sotto il secondo punto di vista, occorre rilevare come la multinazionale statunitense abbia sviluppato 7 differenti versioni del nuovo sistema operativo: Windows 10 Home per i singoli consumatori, Windows 10 Mobile per smartphone e tablet, Windows 10 Pro per le aziende, Windows 10 Enterprise per le aziende di maggiori dimensioni, Windows 10 Education per insegnanti, studenti, personale amministrativo, dirigenti del mondo della scuola, Windows 10 Mobile Enterprise passando per Windows 10 IoT Core compatibile con altre piattaforme di sviluppo. Dopo quella per ambiente desktop, la più attesa è quella per dispositivi mobile, che non sarà rilasciata prima di settembre.

Così come la major release, anche i successivi aggiornamenti saranno gratuitamente scaricabili. Il primo potrebbe essere messo a disposizione già in questo mese di agosto. Alcune funzionalità di Windows 10 richiedono un hardware avanzato e non tutte le funzionalità sono disponibili su ogni dispositivo. I requisiti minimi sono un processore da almeno 1 GHz oppure SOC, accompagnato da 1 GB di RAM per sistemi a 32-bit o da 2 GB per sistemi a 64 bit, 16 GB di spazio su disco rigido per sistemi a 32-bit, 20 GB per sistemi a 64-bit, scheda video directX 9 o versioni successive con driver WDDM 1.0, schermo 1.024 x 600 pixel.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il