BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni tanti appuntamenti novità settimana, riforma pubblica amministrazione, quota 96, riforma catasto: novità oggi martedì

Le novità ad oggi martedì 4 agosto del governo Renzi tra novità riforma catasto e della P.A., novità pensioni della settimana e non solo.




Le novità ad oggi martedì 4 Agosto 2015 sulle pensioni confermano una situazione difficile per il governo, rimandata a settembre la riforma del Catasto sui cui insiste Nomisma, mentre restano ancora nulle le novità e ultime notizie sempre di oggi per quota 96 della scuola e misure di indulto e amnistia. Entro agosto il voto sulla riforma della P.A.

Pensioni: Le ultime notizie sulle pensioni confermano una situazione difficile per il governo, con il premier Renzi che non riesce a prendere i voti necessari e ad avere il consenso dell’intero suo Pd, e le condizioni economiche che non accennano evidentemente a migliorare. Dagli ultimi dati diffusi, una povertà crescente, una disoccupazione, soprattutto giovanile, ancora dilagante e il costante calo della fiducia di famiglie e imprese. I dati sono così neri che il Fondo Monetario Internazionale ha dichiarato che senza un’adeguata politica di crescita serviranno 20 circa all’Italia per tornare a livelli pre crisi. E cambia strategia di lavoro il governo: mentre sembra essersi arrestato il piano pensioni del presidente dell’Inps Boeri, e fino a qualche giorno fa si parlava di mettere in atto innanzitutto interventi negativi di tagli che avrebbero permesso il recupero di nuove risorse economiche per ulteriori interventi successivi, baby pensioni, pensioni di reversibilità, cumulo, invalidità, ma anche detrazioni e agevolazioni fiscali, ora si fa un passo indietro con il timore che i cittadini possano non comprendere che si tratterebbe di interventi volti a recuperare risorse per successivi interventi positivi. E, a sorpresa, Renzi, durante  la Festa dell’Unità, è tornato a parlare direttamente di pensioni, parlando, in particolare, di aumento delle pensioni minimi e modifiche dei requisiti di accesso alla pensione per permettere ai lavoratori di andare in pensione prima. Ma si tratta di parole che arrivano dopo la delusione di leggi che si pensavano ormai quasi approvate ma ancora una volta bloccate, dal part time della riforma della P.A., ai mancati prepensionamenti per i dipendenti pubblici in esubero delle Province a favore di piani di mobilità del decreto enti locali. Nulla di fatto, inoltre, nemmeno nella riunione in settimana della Commissione Lavoro, senza considerare che il Tesoro continua ad essere ostile a modifiche pensionistiche e a bloccare diversi interventi.

Riforma catasto: Rimandata a settembre la riforma del Catasto, probabilmente non sarà ripresa in discussione fino a quando non sarà varato il decreto definirà la nuova Local Taxdi cui si inizierà a discutere a partire dalla prossima Manovra d'autunno. Secondo Nomisma, l’osservatorio sul mercato immobiliare, però è necessario accelerare su una riforma del catasto e minimizza il beneficio che potrebbe portare l’abolizione della Tasi, come annunciato dal premier Renzi. Dai dati attuali, emerge, infatti che il costo al mq degli immobili, in media, è di 1.560 euro, per cui per acquistare una casa nel nostro Paese servono mediamente circa 181 mila euro, numeri che, secondo gli analisti di Nomisma, confermano come l’abolizione della Tasi sulla prima casa sarà poco significativa.

Quota 96: Non c’è alcuna novità per i quota 96 della scuola. Nessuna ipotesi di pensionamento in discussione al momento e probabilmente non ci sarà ancora per molto. Nel frattempo, i 4mila interessati, tra insegnanti e personale Ata, torneranno ancora a lavoro dal prossimo settembre.

Indulto e amnistia: La discussione sulle misure di amnistia e indulto prosegue in Parlamento, mentre il problema del sovraffollamento carcerario persiste con conseguenze sia sull'ordine delle carceri, dove si registrano continue proteste da parte dei detenuti, sia sulle condizioni igieniche degli stessi. La polizia penitenziaria denuncia, inoltre, una costante carenza di personale in diverse aree d’Italia e aggressioni continue agli agenti. Il segretario del sindacato Sappe, Donato Capece, ha denunciato, infatti, che nel corso dei primi mesi di questo 2015 ci sono già state 250 aggressioni nei confronti di agenti penitenziari.

Riforma Pubblica Amministrazione: Il governo sta accelerando sulla riforma della P.A. che si avvia al voto prima della pausa estiva. La prima settimana di agosto dovrebbe essere, dunque, quella cruciale. Intanto, in settimana la Commissione Affari Costituzionali ha respinto le pregiudiziali di costituzionalità al ddl Delega sollevate dalle opposizioni. Il testo della Delega dovrebbe arrivare in Aula e blindato. La Delega rivede la riforma della dirigenza pubblica e dalla soppressione dei segretari comunali, prevede novità sul lavoro pubblico che vedrà l'accentramento dei concorsi pubblici, la possibilità per le amministrazioni di definire obiettivi di contenimento delle assunzioni differenziati in base agli effettivi fabbisogni, il passaggio delle visite fiscali dalle Asl all'Inps, una revisione dell'orario di servizio con la possibilità di ricorso a forme di lavoro flessibile i con il riconoscimento del merito e premi. Prevista anche la possibilità per i dipendenti prossimi alla pensione di chiedere il passaggio al part-time pagando però da sé i contributi previdenziali rimanenti fino al raggiungimento della naturale pensione. Confermato, inoltre, il riordino delle Forze di Polizia con la soppressione del Corpo Forestale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il