BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: nuove proposte di Boeri, eppure sembra che il suo piano sia fermo

Nuove verità sulla pensioni dei pensionati atipici: il nuovo atto concreto del presidente dl’Inps Boeri dopo quelli già fatti. Le ultime notizie




L'ultima novità in materia di pensioni arriva ancora una volta dal presidente dell'Inps, Tito Boeri, che, ormai fedele alla sua operazione trasparenza, ha deciso di pubblicare sul sito dell'Istituto il monitoraggio dei flussi di pensionamento relativo al 2014 e al primo semestre di quest'anno dei lavoratori atipici. ciò che emerge è una situazione di profondo disagio sociale. Secondo le ultime notizie, infatti, gli atipici in pensione percepiscono un assegno medio da 160 euro al mese. Si tratta di lavoratori che per almeno 20 anni di lavoro e stipendi minimi hanno versato i contributi alla gestione separata dell’Inps, che sono finalmente andati in pensione, ma che fanno davvero fatica a vivere.

Inoltre, secondo le simulazioni rese possibili da La mia pensione, lanciata sempre da Boeri finalmente dopo 10 lunghi anni di sole discussioni, un collaboratore a progetto quarantunenne, con 13 anni di contributi e un reddito di circa 15 mila euro lordi all'anno, andrà in pensione a 69 anni e 3 mesi con un assegno di 13 mila euro. Si tratta solo dell’ultima novità ‘traparente’ di Boeri che continua a confermare di voler fare sul serio nel percorso di cambiamento dell’attuale sistema previdenziale.

Tra gli altri recenti atti concreti già al via dai primi di luglio della possibilità di calcolo automatico della pensione online per i lavoratori sopra i 50 anni di età. Il via all’operazione di calcolo e simulazione pensionistica è stato avviato da Boeri lo scorso maggio dopo ben dieci anni di lunghe e inconcludenti discussioni. Da inizio luglio, anche i lavoratori con più di 50 anni possono effettuare il calcolo online del loro assegno previdenziale attraverso il servizio La Mia Pensione, che è accessibile agli iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, alle Gestioni Speciali dei Lavoratori Autonomi (Artigiani e Commercianti, Coltivatori diretti, coloni e mezzadri) e alla Gestione Separata.

Dal 2016 il servizio sarà esteso anche a dipendenti pubblici e lavoratori iscritti alle altre gestioni Inps. Il servizio de La Mia pensione ha iniziato la sua attività con le simulazioni pensionistiche dei lavoratori under 40, è stato esteso alla fascia 40-50 il primo giugno e, dal primo luglio, anche agli over 50. In precedenza, invece, aveva già svelato le verità sugli assegni gonfiati dell’Inpdao e  dato il via Progetto ‘Estratto conto dipendenti pubblici’ che interesserà tutti i dipendenti delle Amministrazioni pubbliche del territorio, sia statali che degli enti locali, per i prossimi due anni.

E mentre continua con questi interventi concreti, resta al momento bloccato il suo piano pensioni che, seppur appoggiato dai cittadini come emerge da diversi commenti online, non è del tutto sostenuto da diverse forze politiche ed esperti soprattutto per quanto riguarda l’assegno universale limitato solo agli over 55 e per il contributivo per andare in pensione prima.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il