BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: commissione ristretta Lavoro ieri martedì. Resoconto e contributivo donna

Le novità e ultime notizie sulla Commissione ristretta Lavoro di martedì 5 Agosto 2015 che si è riunita ieri




AGGIORNAMENTO: Cosa è stato detto, quali temi sono stati toccati nella Commissione ristratta del Lavoro? Vi è stato l'ennessimo confronto fra diversi politici tra cui Damiano e Boeri e sembra che ques'ultimo abbia dato il suo consenso al contributivo donna. Sarebbe una svolta molto importante, una novità anche per quota 100, mini pensione, assegno universale. Le difficioltà non mancano, Boeri ha detto anche che occorre capiure le coperture reali del Tesoro. Alcune fonti affermano una posisbile firma dell'INPS per venerdì 7 Luglio 2015 o per ilo prossimo 14 Luglio, ma siamo dubbiosi. E' probabile che si continui a parlare e discuetere sulla soluzione.. Per altre soluzioni e temi, nessuna novità, ma lo stesso Damiano ha detto che una formuolazione di una proposta di legge sarebbe stata fatta entro settembre

Domani, martedì 4 agosto, riprendono i lavori in Commissione Lavoro, affidati ad un comitato ristretto, per la discussione di questione pensioni e questioni sociali. La Commissione Lavoro, già la scorsa settimana, ha iniziato l’esame delle proposte di legge sulle ‘Modifiche alla disciplina dei requisiti per la fruizione delle deroghe riguardanti l'accesso al pensionamento e la decorrenza delle prestazioni pensionistiche’, con l’analisi delle novità proposte, tra gli altri, da Fedriga della Lega e la Gnecchi del Pd.

Durante la scorsa riunione, conclusasi come sempre ormai con un nulla di fatto, si è deciso di costituire un comitato ristretto per la prosecuzione dell'esame delle proposte di legge, in modo da definire un testo unificato che ‘sia il più possibile condiviso dai gruppi, in modo da poter avviare quanto prima una proficua interlocuzione con il governo’. Al centro delle discussioni dovrebbero esserci proroga del contributivo donna, proposte per il pensionamento dei cosiddetti quindicenni che durante la scorsa seduta non sono state nemmeno accennate, nonché soluzioni per i quota 96 della scuola e per gli esodati.

Si tratta, del resto, di questioni che attendono da tempo risposte concrete da parte del governo e considerando il tanto, forse troppo tempo trascorso, e l’urgenza sempre più pressante della necessità di chiudere queste partite, è giusto che se ne definiscano soluzioni nel più breve tempo possibile, anche se sarà difficile riuscire a farlo entro domani, o comunque subito dopo la pausa estiva.

Le prospettive di novità pensioni sono, infatti, piuttosto negative e lo sono per qualsiasi intervento di modifica al vaglio ora. Non soltanto, infatti, ci sono queste situazioni di urgenza sociale da risolvere, ma vi sarebbero anche quei piani di prepensionamento tanto attesi da tanti che però sono stati bloccati. E a bloccarli, così come a bloccare  la proroga del contributivo donna e qualsiasi altro intervento, è principalmente la mancanza di risorse economiche che impedisce al governo di potersi muovere come vorrebbe, senza considerare il persistente ostacolo europeo che da sempre si dice contrario ad ogni intervento pensionistico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il