BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: novità quota 100, mini pensione, assegno universale della settimana

Bocciata al momento la quota 100, nulla più su mini pensione mentre restano ancora in discussione assegno universale e proroga contributivo donna: le ultime notizie




Le ultime notizie sulle modifiche pensionistiche non riportano nulla di buono: nessuna novità sull’uscita con quota 100 che, da essere considerato il sistema di prepensionamento privilegiato, è stato bocciato dal presidente dell’Inps Boeri, perché troppo costoso, anche se il presidente della Commissione Lavoro Damiano, insieme a sindacati e Lega, continua a rilanciare su questo meccanismo che, a fronte di penalizzazioni, permette al lavoratore di scegliere l’età di pensionamento effettivo, con grande flessibilità.

Il piano di quota 100, come proposto da Damiano, prevede, infatti, la possibilità di andare in pensione a 60 anni di età e 40 di contributi, 61 anni di età e 39 di contributi, 62 anni di età e 38 di contributi e così via, purchè il risultato di somma di età anagrafica e contributiva dia come risultato 100.

Se quota 100 è stato bocciato, al momento, e da un po’ non si parla più nemmeno di mini pensione, le ultime notizie confermano passi indietro anche sul part time. Dopo l’approvazione di un emendamento alla riforma della P.A. che prevedeva il ‘riordino della disciplina del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche’ e il ricambio generazionale con part time e quindi riduzione dell’orario di lavoro e della retribuzione, il testo è stato modificato, prevedendo il versamento dei contributi previdenziali a carico dei lavoratori stessi che decidono di passare al part time e non a carico dello Stato.

La norma, però, così formulata non è certo conveniente per il lavoratore più anziano che si ritroverebbe con una riduzione dello stipendio ma costretto anche a pagarsi i contributi previdenziali. Si continua, invece, a discutere di assegno universale, tra le misure del piano pensioni di Boeri, ma limitato solo agli over 55 che perdono il lavoro.

Diverse forze politiche, invece, a partire dal M5S, vorrebbero estendere la misura a tutti. In ballo ancora anche la richiesta di proroga del contributivo donna: il Mef continua a bloccare il rinvio di questo regime, nonostante le risorse necessarie ci siano e ci si aspetta che dalla riunione di domani 4 agosto della Commissione Lavoro qualcosa di buono risulti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il