BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: su quota 100, assegno universale, contributivo donna svolta Commissione ristretta

Si è riunita ieri martedì 4 agosto Comitato ristretto Commissione Lavoro: quali le questioni in discussione e cosa si prospetta per prossimi lavoro. Le novità




AGGIORNAMENTO: Rilancio importante per contributivo donna deklla Commissione ristretta come aveva detto ieri. Tutti i dettagli, novità, e ultime notizie aggiornate ad oggi e resconto in questo articolo

Dopo il nulla di fatto della scorsa riunione in Commissione Lavoro la scorsa settimana, oggi si prospetta un nuovo incontro, limitato al Comitato ristretto, per discutere eventuali novità pensioni. Le ultime notizie, tuttavia, non sembrano far ben sperare. Nulla su quota 100, mini pensione, assegno universale. Durante la riunione, rimandata, della settimana scorsa, si sarebbero dovuti discutere tre nuovi disegni di legge depositati dai Dem e dalla Lega Nord, dalla proposta del Pd per l’estensione della sesta salvaguardia ai lavoratori edili, ai lavoratori titolari di indennità di mobilità ordinaria cessati dal servizio dopo il 30 settembre 2012 con accordi di tipo non governativo, e a coloro che non hanno potuto fruire della mobilità a causa del fallimento dell'impresa, a quella della Lega, di una salvaguardia per i lavoratori cosiddetti quindicenni, che cioè hanno maturato i loro requisiti pensionistici entro il 31 dicembre 1992, l'estensione della pensione a 64 anni ai lavoratori del pubblico impiego che hanno maturato quota 96 entro il 2012, alla proroga del contributivo donna.  

Ma nulla è stato fatto e oggi 4 agosto si riuniscono i membri della Commissione Lavoro del Comitato ristretto che rilanciano su alcuni interventi pensionistici, ma dicono no ad altri. In discussione, probabilmente, proroga del contributivo donna, che il Mef continua a bloccare nonostante le risorse necessarie siano disponibili; le questioni dei ferrovieri e dei precoci, fortemente penalizzati dalle attuali norme previdenziali e vittime di ingiustizia, e altri casi previdenziali.

Tra le questioni urgenti da risolvere, quella degli esodati, i cui fondi necessari potrebbero essere reperiti da somme precedentemente stanziate e non utilizzate, anche se agire in tal senso sarà piuttosto difficile considerando che sarebbero stati individuati altri 50mila esodati. In ogni caso, i lavori definitivi della Commissione si concluderanno certamente tra settembre e ottobre prossimi, in concomitanza con la definizione delle misure della prossima Manovra Finanziaria, che, si spera, potrebbe a questo punto contenere interventi, seppur minimi, sulle pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il