BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni contributivo donna Commissione rilancia, riforma Rai e Canone, indulto, riforma professionisti: novità giovedì oggi

Le novità del governo Renzi oggi giovedì 6 agosto tra nuova riunione comitato ristretto Commissione Lavoro, nuova riforma degli ordini professionali e Canone Rai.




Tra le novità di giovedì 6 agosto 2015 si torna a discutere in Commissione Lavoro di pensioni e di novità di indulto e amnistia. Torna in discussione anche il Canone Rai, che secondo Renzi potrebbe essere inserito anche nella prossima Manovra Finanziaria mentre sono ancora nulla le ultime notizie sulla questione pensioni.E tra le ultime notizie oggi al via un processo di revisione dell’organizzazione degli ordini professionali e domani, 

Pensioni: Si riunisce oggi 5 agosto il comitato ristretto che ha il compito di definire un testo base per la settima salvaguardia come stabilito dalla Commissione Lavoro che ha iniziato l'esame di tre proposte di legge presentate da Pd e Lega Nord. Secondo gli ultimi dati Inps, al 31 luglio 2015 a fronte di una platea massima di 170.230 lavoratori salvaguardati, le certificazioni accolte sono pari a 114.317 e le pensioni liquidate ammontano a 78.334. E’ chiara, dunque, la necessità di una settima salvaguardia dovuta al fatto che, secondo lo stesso Inps, sarebbero circa 50mila coloro ancora da tutelare. Per il reperimento delle coperture finanziarie necessarie, la richiesta è quella di fare ricorso al fondo già stanziato per le precedenti tutele degli esodati.

Riforma ordini professionali: Al via un processo di revisione dell’organizzazione degli ordini professionali. E’ possibile che in alcuni casi si proceda al loro accorpamento e non sull’unica base di meri criteri numerici come previsto nelle bozze di ddl delega e schema di regolamento sulle elezioni e il riassetto territoriale, ma l’unione di uno o più ordini locali si baserà anche su criteri geografici e eventuali problematiche legate al territorio. Dovranno essere, in ogni caso, tutelate le esigenze degli iscritti. Il coordinatore della Rete delle professioni tecniche Armando Zambrano ha sottolineato che la riorganizzazione degli ordini sulla base criterio aritmetico, quindi, dovrebbe essere solo residuale e “al suo posto dovrebbe trovare spazio dei criteri di accorpamento che andranno incontro prima di tutto alle esigenze degli iscritti.

Indulto e amnistia: Dopo il nuovo monito di rilancio sull’approvazione delle misure di indulto e amnistia da parte del presidente della Repubblica Mattarella, ancora nulla sembra muoversi per le misure di clemenza. La situazione d’emergenza carceraria, invece, continua ad essere messa in evidenza non solo dai continui tentativi di suicidio ma anche dalle continue aggressioni che il Sappe ha denunciato nei confronti di agenti della polizia penitenziaria e che chiaramente rappresentano un segno di disagio dei detenuti, costretti in condizioni drammatiche, aggravate dal gran caldo di queste ultime settimane. Secondo Giulio Starnini, segretario generale della Simspe, Società italiana di Medicina e sanità penitenziaria, “Il caldo è un problema enorme in questo periodo, anche perché spesso i ventilatori meccanici non sono autorizzati” e una circolare degli ultimi giorni prevede che si affronti l’emergenza caldo distribuendo più acqua e consentendo di fare più docce. Intanto, domani,, mercoledì 5 agosto, e giovedì 6, indulto e amnistia saranno nuovamente in discussione in Commissione Giustizia.
 
Quota 96: Ancora ferme sul tavolo del governo le discussioni di diversi casi sociali nati da un errore di formulazione dell'attuale legge pensionistica. In primis,, quella dei quota 96 della scuola. Si tratta di 4mila lavoratori, tra docenti e personale Ata, che hanno maturato i requisiti pensionistici loro richiesti tre anni fa ormai ma ancora bloccati a lavoro. Si discute da anni di questa questione senza arrivare mai ad una conclusione e probabilmente nessuna soluzione arriverà nemmeno nella riforma della P.A. che sarà votata entro la prima settimana di agosto. Ma nulla in merito al momento è ancora previsto per cui tutto sarà certamente rimandato ancora con l'unica certezza che dal primo settembre i quota 96 interessati torneranno ancora a lavoro.

Riforma Canone Rai: Non è stata definita alcuna novità sul Canone Rai nella riforma della Rai approvata qualche giorno fa e su cui si è scatenata l'ormai solita protesta di governo. Ma sul Canone Rai, il premier Renzi ha dichiarato che si potrebbe intervenire con novità anche nella prossima Manovra Finanziaria. L'idea, in circolazione da mesi, è quella di trasferire il pagamento del canone Rai in bolletta elettrica. Resta l'esonero di pagamento per gli over 75 e sono inoltre esonerati dal pagamento del canone RAI i militari delle Forze Armate Italiane, gli stranieri appartenenti alle Forze Nato, gli agenti diplomatici e consolari, i rivenditori e riparatori TV e chi dichiari di non essere in possesso di alcun apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il