BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governi Renzi: INPS vicina a Boeri per contributivo donna, le difficoltà

Proroga del contributivo donna forse in arrivo in questi giorni: cosa ha deciso il comitato ristretto ieri e quali novità all’orizzonte




Novità imminenti forse in arrivo per il contributivo donna: dalle ultime notizie sulla riunione del comitato ristretto della Commissione Lavoro, tenutasi ieri 4 agosto, è emerso infatti che il presidente dell’Inps, Tito Boeri, sarebbe intenzionato a prorogare il contributivo donna, tanto che alcuni parlano di una firma ufficiale entro questo venerdì 7 agosto, altri anche entro venerdì prossimo 14, anche se per alcuni resta molto difficile che la questione possa chiudersi in queste settimane.

Se così fosse, però, sarebbe una vera e propria svolta e non solo per le donne lavoratici che finalmente potrebbe continuare ancora ad andare in pensione prima, seppur con un assegno finale ridotto, ma anche per altri interventi pensionistici.

Tutto dipenderà, come Boeri stesso ha dichiarato, dalla disponibilità di risorse economiche che il Tesoro ha e dal parere della Ragioneria di Stato, che finora ha sempre bloccato la proroga del regime così come la soluzione per i quota 96 della scuola proprio per problemi di soldi, dopo di chè si potrebbe  dare il via a interventi. Probabilmente la proroga del contributivo donna, che resta comunque da definire se sarà rinviato entro fine 2015 o anche oltre, potrebbe rappresentare il primo passo verso ulteriori novità pensionistiche che, se sembra difficile arrivino ormai nella prossima Manovra Finanziaria, forse lo saranno a inizio dell’anno nuovo.

Tutto però è ancora molto vago, senza considerare che bisogna fare prima i contri con le disponibilità finanziarie e con la contrarietà dell’Ue, cui però lo stesso ministro dell’Economia Padoan, che da sempre di dice contrario a interventi pensionistici, ha deciso di rivolgersi per la concessione di ulteriori magrini di flessibilità di manovre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il