BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: quota 100, assegno universale, mini pensioni. Incontri ufficiali e non previsti

Solo a settembre sono in calendario incontri ufficiali sulle pensioni, ma il confronto prosegue anche in questi giorni di agosto.




Il fronte delle pensioni continua a essere molto movimento anche in questi giorni di metà agosto e di ferie parlamentari. D'altronde la materia da affrontare è complessa e come dimostrato da novità e ultime notizie, esige attenzione sia sul versante economico dei conti pubblici e sia su quello degli equilibri sociali. Una spinta al dibattito è stata data dal via libera al contributivo donna da parte del commissione Lavoro alla Camera dei deputati. In buona sostanza si tratta di prolungare oltre la naturale scadenza del 31 dicembre 2015 della possibilità concessa alle lavoratrice di ritirarsi a vita privata con requisiti meno stringenti rispetto a quelli previsti dall'attuale legge previdenziale, in cambio della riduzione dell'importo percepito.

Sul tavolo dei ragionamenti, attorno al quale sono seduti il premier Matteo Renzi; il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan; il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti; il presidente dell'Inps, Tito Boeri; il commissario alla spending review Yoram Gutgeld; c'è innanzitutto il cosiddetto piano Boeri, articolato nei 5 punti dell'assegno universale, dell'unificazione dei trattamenti, dell'armonizzazione dei regimi, delle uscite flessibili, dei maggiori contributi aggiuntivi. Per ora sembra scartata l'opportunità di applicare quota 100 (somma di anni di contribuzione ed età anagrafica) da maturare per congedarsi dal lavoro. A detta del presidente del principale istituto di previdenza italiano, la misura è troppo dispendiosa per lo Stato.

Messo alle spalle il mese di agosto, prima la commissione Lavoro alla Camera dei deputati, presieduta da Cesare Damiano (Partito Democratico) già depositario di alcune proposte di legge per modificare le pensioni nel segno della flessibilità, e poi quella del Senato, si riuniranno per il sì definitivo al contributivo donna che finirà così in parlamento per il voto finale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il