BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni flessibilità richiesta a Europa novità, riforma ADSL banda larga, quota 96, indulto, riforma scuola: giovedì oggi

Il governo chiede a Bruxelles maggiore flessibilità per fare la riforme. In ballo ci sono anche le pensioni. Appuntamento a settembre.




Quali novità e ultime notizie a oggi giovedì 13 agosto 2015 su pensioni, riforma scuola, quota 96, amnistia, indulto, ADSL banda larga?

Pensioni. C'è un passaggio chiave nel percorso di cambiamento delle pensioni in Italia: la ricerca di maggiore flessibilità nelle trattative con l'Unione Europea per aumentare il margine di manovra nella prossima manovra finanziaria. Bruxelles non ha mai nascosto la sua contrarietà alla modifica dell'attuale legge. Tuttavia il governo è pronto a presentare sul tavolo delle trattative il fascicolo con le riforme raggiunte e quelle in cantiere per spuntare qualche concessione rispetto ai rigidi requisiti per il mantenimento dell'equilibrio economico nazionale. Certo, non sono da mettere in conto grandi rivoluzioni nelle pensioni, ma solo l'introduzione di una maggiore dose di flessibilità nei criteri per il congedo dal lavoro.

Riforma scuola. In alcune città d'Italia, come Firenze, i sindacati minacciano di far saltare il primo giorno di scuola. Il 9 luglio la riforma della scuola varata dal governo Renzi ha ricevuto il via libera della Camera. Il testo è passato con 277 sì, 173 no e 4 astenuti. Insegnanti, sindacati e studenti hanno dato battaglia contro la legge per tutto l'iter parlamentare: il 5 maggio una manifestazione nazionale ha visto la presenza di 500.000 persone. Nel mirino di docenti e allievi le norme sull'assunzione di 100.000 precari e sui maggiori poteri concessi ai presidi.

Quota 96. La novità è rappresentata dalla possibilità di inserire i quota 96 nel prossimo provvedimento di salvaguardia degli esodati. I contorni sono ancora da definiti, ma evidentemente, soprattutto dalle parti della commissione Lavoro della Camera dei deputati, la questione è ancora calda.

Amnistia, indulto. In attesa che le 4 proposte di legge su amnistia e indulto finiscano al centro dei lavori parlamentari, sono di nuovi i numeri a raccontare la situazione delle carceri italiane. Li ha resi noto Eugenio Sarno, segretario generale della Uilpa Penitenziari, che riferisce di 29 suicidi, 551 tentati suicidi, 201 detenuti salvati in extremis da suicidio da parte della polizia penitenziaria, 3.781 atti di autolesionismo, 771 episodi di danneggiamento, 43 risse tra detenuti, 798 aggressioni in danno di personale con 221 agenti di polizia penitenziaria che hanno riportato prognosi superiore ai 5 giorni. Il tutto dal primo gennaio a oggi.

ADSL banda larga. Il premier Matteo Renzi conferma il piano da 12 miliardi per la banda ultralarga, "e mettiamo immediatamente disponibili 2 miliardi e 200 milioni. Abbiamo staccato il primo assegno". A suo dire la strada è ora in discesa e per gli operatori di telefonia "non c'è altro che mettersi in gioco". In linea teorica sono coinvolti 10 milioni di italiani, 800 comuni, oltre 400 ospedali, 2.000 scuole, 5.000 sedi della pubblica amministrazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il