BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: contributi richiesti, età, requisiti del piano Poletti, Padona, Boeri in Parlamento

Ci sono molte differenze tra le proposte di cambiamento delle pensioni nel segno della flessibilità. Ipotesi assegno universale più vicina?




Sono tante le proposte avanzate per modificare il sistema delle pensioni, ma solo a settembre sono attese le prime novità. Il 9 è infatti in programma il voto in commissione Lavoro della Camera dei deputati sul contributivo donna. Si tratta di concedere alle lavoratrici la possibilità del ritiro con qualche anno di anticipo rispetto ai requisiti ora in vigore, rinunciando a una parte dell'assegno. Il congedo sarebbe possibile a 57 anni e 3 mesi di età con 35 anni di contributi per le dipendenti o a 58 anni e 3 mesi per quelle autonome.

Rimane poi sempre in ballo l'introduzione di quota 100 ovvero della somma di età anagrafica e di anni di contribuzione da raggiungere per accedere al trattamento previdenziale. Questa soluzione trova sostenitori in parlamento, ma è osteggiata da Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia e da Tito Boeri, presidente dell'Inps, per via dei costi eccessivi per lo Stato.

La strada comune è quella della flessibilità, seppur con alcune importanti differenze. Boeri ha aperto alla possibilità del ricalcolo dell'assegno con il contributivo ovvero a un patto con i lavoratori: in pensione prima ma con meno soldi. Anche il Ministero dell'Economia riflette su questa opportunità: ballano alcuni punti percentuali, ma soprattutto sono in gioco diritti acquisiti. Da qui la volontà di procedere con molta cautela.

Allo stesso tempo il presidente dell'Inps non è ha escluso l'ipotesi dell'assegno universale, anche perché non troverebbe opposizioni nell'Unione Europea. Restano però da definire i contorni. L'emergenza sociale, come più volte ripetuto da Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono adesso gli over 55 senza lavoro e senza pensione. Il quadro diventerà più chiaro nelle prossime settimane, con l'avvicinarsi della definizione della manovra finanziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il