BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Windows 10 aggiornamento: dove scaricare e soluzioni a problemi comuni. Come installare e passare gratis

L'evoluzione di Windows porta innovazione ma non mancano gli intoppi. Aggiornate i vostri PC, pronti a riscontrare qualche bug, ma la Microsoft sta già lavorando alle patch correttive.




Windows 10 è già una realtà da diversi giorni, ma non tutti hanno ancora potuto aggiornare gratuitamente i propri terminali, mentre alcuni di quelli che lo hanno fatto lamentano i classici problemi di instabilità delle prime versioni di ogni software. Per tutti quelli che cercano di capire come fare a mettere le mani sul nuovissimo OS della Microsoft, ricordiamo che vi sono due opzioni: innanzitutto potete sfruttare l'apposita app Ottieni Windows 10 con la quale entrare in coda per il download automatico, oppure, se siete più smanettoni, potete scaricare l'intera ISO del software su pendrive esterna da cui effettuare l'installazione.

Prima di procedere all'upgrade però, assicuratevi che il vostro PC abbia i requisiti minimi richiesti, ovvero: Windows 7 Service Pack 1 o Windows 8.1, un processore da almeno 1 GHz oppure SOC, corredato da 1 GB di RAM per sistemi a 32-bit o da 2 GB per sistemi a 64 bit, almeno 16 GB di spazio su disco rigido per sistemi a 32-bit, 20 GB per sistemi a 64-bit, scheda video directX 9 o versioni successive con driver WDDM 1.0, schermo 1.024 x 600 pixels. Se il vostro sistema risponde a queste richieste, è il momento di aggiornare!

Non necessariamente però tutto filerà liscio. Come saprete sono sempre alte le possibilità di qualche intoppo in caso di aggiornamenti di questa portata, specialmente nei primi mesi. Sono già stati segnalati diversi problemi alquanto diffusi e la Microsoft ha provveduto già al rilascio del Service Release 1, un primo update automatico che corregge alcuni bug. Siate comunque pronti a scaricare i driver più recenti delle vostre periferiche tramite Windows Update o dai siti dei produttori. Se vi capitasse di incappare in problemi durante l'installazione dell'aggiornamento KB30814242, non siete i soli: troverete qui il software predisposto dalla Microsoft per risolvere il bug, anche se non sembra funzionare per tutti. L'alternativa suggerita è modificare personalmente i registri di Windows, cosa che sconsigliamo vivamente a chiunque non abbia sufficiente esperienza e capacità informatica, molto meglio attendere le patch che, state sicuri, arriveranno quanto prima per ogni problema. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il