BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni riforma Legge Stabilità ultime notizie: allo studio modifiche nei diversi piani Padoan, Boeri, Poletti, Parlamento

Le ultime novità sulla manovra finanziaria. Le misure riguarderanno la spesa pubblica e il lavoro. Si riapre il dibattito sulle pensioni.




La manovra finanziaria per il 2016 sarà presentata dal Governo entro il 15 ottobre. Le misure adottate serviranno a scongiurare l'aumento dell'IVA e delle imposte indirette, come conseguenza della clausola di salvaguardia contenuta nella manovra dell'anno precedente.

Secondo Palazzo Chigi opzioni vincenti saranno l'abolizione della Tasi sulla prima casa, la revisione dell'Imu agricola, il rinnovo dei contratti pubblici e il rilancio del lavoro autonomo. Sempre spinoso da affrontare il tema delle missioni militari e della revisione della spesa pubblica: non solo subiranno una riduzione gli acquisti di beni e servizi, ma è prevista una stretta anche sulle società partecipate.

Per quanto riguarda le pensioni sono attese opzioni che consentano a chi decida di lasciare il proprio impiego in anticipo di accedere al trattamento previdenziale. Il caso del congedo anticipato piace molto al Presidente Inps Tito Boeri, che per questi casi vorrebbe che la somma venisse ricalcolata almeno in parte in chiave contributiva.

Sul fronte lavoro verrà presa in considerazione una proroga delle agevolazioni sulle nuove assunzioni a tempo indeterminato. Attualmente la decontribuzione dura tre anni (con uno sconto massimo pari a 8.060 euro all'anno), la richiesta degli industriali è quella di protrarre l'opzione e di tramutarla in permanente.
La misura risulterebbe però troppo costosa così è probabile verrà applicata solo al Sud e per delle categorie con particolari bisogni.

Non è escluso che la decontribuzione possa fungere da volano per il reinserimento nel mondo del lavoro degli over 55, per i quali sia Tito Boeri che il Ministro Giuliano Poletti auspicavano l'introduzione dell'assegno universale.

Non sembra tornata in auge la quota 100. Non la rimpiangeranno né Boeri né il Ministro Pier Carlo Padoan per i quali avrebbe comportato una spesa eccessiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il