BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Android 6.0 M: novità, uscita, miglioramenti. Compatibilità dispositivi Nexus

Android Marshmallow prometter una rivoluzione in casa Google e sui vostri smartphone: dal nuovo USB all'Android Pay, senza dimenticare Doze e tanto altro! Dovrete pazientare almeno fino a questo autunno.




Finalmente il nuovo sistema operativo ha un nome: Google ha ufficialmente rivelato che Android M è in realtà Android Marshmallow! Si tratta ovviamente di un nome nel segno della continuità, trattandosi di una caramella gommosa tipica degli Stati Uniti. Il successore del controverso Lollipop avrà molto da lavorare per mettere tutti d'accordo, ma Google non si è tirata indietro e promette che si tratta del OS Android più potente mai rilasciato.

Il gigante di Mountain View ha fornito qualche dettaglio sulle peculiarità di Marshmallow, che da tempo gira in versioni preview per gli addetti ai lavori. Google afferma che Android M vanta una nuova feature chiamata Doze, il cui scopo è monitorare il sensore di movimento, per intervenire tagliando il livello delle app in backgroud quando questo è inattivo. Un simile risparmio energetico, secondo i calcoli di Google, dovrebbe quasi raddoppiare la durata della batteria.

Marshmallow porterà in dono il supporto per una nuova tipologia di connettività USB, chiamata USB-C, grazie alla quale, stando a Google, i tempi di ricarica dei terminali saranno da tre a cinque volte più rapidi. Android M interviene anche sulla gestione dei permessi, per garantire la massima personalizzazione e trasparenza all'utente.

Non può mancare il ritocco alle funzionalità di Google Now, che consente ora all'utente di ricevere informazioni a video in qualsiasi momento e qualsiasi cosa stiate facendo. Particolarmente interessante l'annuncio di Android Pay, che altro non è se non la risposta Google al famoso Apple Pay. Grazie ad esso potrete configurare sul terminale le vostre carte (sia di pagamento che di fedeltà) ed utilizzarle con la tecnologia contactless presso i commercianti; il tutto reso più sicuro dall'utilizzo dell'impronta digitale quale conferma, se vorrete.

Già così viene l'acquolina in bocca ad ogni utente Android che si rispetti. Toccherà attendere fino all'autunno di quest'anno per il rilascio ma, se non avete un terminale Nexus, l'attesa potrebbe divenire ancora più lunga e straziante.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il