Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi: come e per chi contributivo donna. Si andrà in tribunale se non confermato

Pensioni, governo Renzi riforma ed ultime notizie: il contributivo donna si farà, perché bisogna evitare il tribunale. Il problema è capire a chi sarà dedicato e come verrà fatto.

Pensioni ultime notizie riforma Governo


Governo Renzi, pensioni: la proposta di Maria Luisa Gnecchi (onorevole PD) per appianare le disparità di trattamento pensionistico tra uomini e donne, è quella di optare per un contributivo donna. Se ne parlerà in maniera più specifica ad ottobre, ma intanto le forze politiche ed i collaboratori di Renzi cercano di capire in che modo bisognerà agire per evitare il tribunale. il contributivo donna è necessario, perché servirà a rendere m,eno evidenti le differenze di trattamento previdenziale tra uomini e donne, ma non è ancora chiaro in che modo verrà applicata questa norma, a chi sarà dedicata e come si dovrà agire.

La Gnecchi ha più volte sottolineato che i fondi messi a disposizione dalla legge 243/04 sono sufficienti per accogliere le necessità delle lavoratrici: si parla di circa 1,684 miliardi stanziati nel 2014, dei quali sono stati utilizzati solo 707 milioni. Pertanto, la possibilità di agire c'è, ed è abbastanza evidente.

Approvare il contributivo donna per le donne lavoratrici che maturano i requisiti richiesti è importante per evitare il tribunale. Per questo motivo, le forze politiche continuano a confrontarsi per garantire una speranza a queste lavoratrici.

Per accedere al contributivo donna, le lavoratrici dipendenti dovrebbero avere solo 57 anni e 35 anni di contributi, e le autonome 58 anni e 35 di contributi: se i 35 anni si ottengono con la somma dei contributi da gestione dipendenti e gestione separata, si dovrebbe optare per la cosiddetta facoltà di computo dell'articolo 3, comma 1 del Dm 282/1996 e dalla Circolare Inps 108/2002.

Al momento, comunque, rimane ancora tutto da chiarire e da definirsi: è infatti necessario attendere la manovra finanziaria ed in ogni caso prima del mese di ottobre non si potranno avere ulteriori informazioni in merito. 

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il