BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Buoni pasto elettronici 2015, rimangono cartacei per fare la spesa cumulandoli. Molte aziende potrebbero però non sceglierli

Cambiano le abitudini degli italiani: con i buoni pasto elettronici non sarà più possibile fare la spesa al supermercato. Nulla di nuovo, invece, per i titoli cartacei.




Il 1° luglio scorso sono entrati in vigore gli incentivi fiscali per i ticket elettronici, provvedimento previsto dalla manovra finanziaria del 2015. In base alla nuova regolamentazione, il valore del buono pasto elettronico viene portato a 7 euro (a fronte dei 5,29 di quello cartaceo) e sarà esentasse.

Il datore di lavoro li distribuirà esclusivamente in base ai giorni di lavoro effettivo e i ticket saranno esenti da tasse e contribuzione in quanto considerati sostitutivi del servizio mensa. Sarà, però, compito dell'azienda vigilare sul corretto uso dei buoni pasto da parte dell'impiegato.

In  Italia, nonostante non sia consentito per legge, è sempre stata una pratica comune utilizzarli per fare la spesa per la famiglia piuttosto che per la pausa pranzo; ebbene questo con i ticket elettronici non sarà più possibile: in caso di spesa alimentare potrà essere usato solo un buono pasto e il resto del pagamento avverrà in contanti. In questo modo i movimenti sono più tracciabili e se il datore di lavoro dovesse accorgersi di un uso improprio scatterebbero le trattenute fiscali.

Gli esercenti hanno sempre lamentato costi insostenibili in materia di commissioni e ritardi nell'incasso. Almeno quest'ultimo punto dovrebbe essere risolto visto che da 120 giorni si passerebbe a 40, ma il costo più proibitivo potrebbe essere l'installazione dei POS necessari.
Nonostante QUI! Group, Sodexo e Day Ristoservice abbiano già trovato un accordo per un unico lettore dei ticket elettronici, così non è per gli altri operatori.

A uscirne sconfitti saranno, comunque, i consumatori abituati a considerare i buoni pasto parte del reddito familiare e a farvi grande affidamento. L'associazione Altroconsumo intravede però un bagliore di speranza: il motivo per il quale non si può fare la spesa con i buoni elettronici è solo la mancanza dei POS negli esercizi.
Tutto invariato per i buoni cartacei.

BUONI PASTO: tutte le novità del 2016. Dopo anni di ristagno, finalmente i buoni pasto sono stati "aggiornati". Tante novità in arrivo: limiti più elevati totalmente detraibili, buoni pasto elettronici, ma anche più complicazioni. Vediamo quale effettivamente conviene.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il