BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma: quota 100, mini pensione, assegno universale, contributivo settimana

Continua la marcia verso la manovra finanziaria 2016, non si placa il dibattito su quota 100, contributivo donne ed assegno universale, anche se quest'ultimo è sicuramente più apprezzato.




In attesa della manovra finanziaria 2016, prevista per metà ottobre, si moltiplicano le proposte in materia previdenziale. Alcune sono volte ad ottenere la flessibilità del lavoro auspicata dal Premier Renzi, per favorire il ricambio generazionale nell’impiego. Altre spinte da motivazioni di eguaglianza tra i sessi o da sentimenti di impegno ed equità sociale.

La quota 100 proposta da Cesare Damiano e  Pier Paolo Baretta in seno alla Commissione per il Lavoro, è una forma di pensionamento elastico. Concepita per indirizzare i più anziani fuori dal mondo del lavoro, è stata quasi unanimemente criticata per l’eccessivo costo che comporterebbe per lo Stato. Non migliore sorte hanno avuto delle variazioni sul suo tema successivamente formulate. Ben più sostegno ha ricevuto la proposta dell’Onorevole Marialuisa Gnecchi, volta a favorire l’equiparazione dei trattamenti previdenziali tra i sessi. La Gnecchi è in attesa del voto in aula, previsto per il 9 settembre, fiduciosa che  possa essere intrapreso questo passo avanti per l’eguaglianza pensionistica.  

La proposta più calda in ambito previdenziale è giunta dal Presidente dell’INPS Tito Boeri. Si tratta di un assegno universale indirizzato agli Over 55 senza lavoro né pensione. Dalla presidenza dell’Ente Boeri ha potuto constatare l’effettivo disagio dei disoccupati più anziani, le cui probabilità di trovare nuovo impiego sono davvero ridotte. Questo assegno dall’importo variabile in base a reddito e patrimoni del nucleo familiare, probabilmente su base ISEE, avrebbe anche una valenza sociale. Secondo Boeri si tratterrebbe di una somma erogata interamente dall’INPS, senza gravami per lo Stato, a dimostrazione dell’impegno dell’Ente a favore degli svantaggiati. Proprio l’assegno universale è l’istituto più caldeggiato del momento, persino il Premier Renzi avrebbe speso parole positive in merito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il