BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni Governo Renzi ultime notizie riforma non così certa e sicura secondo diverse nuove affermazioni

Il Viceministro Enrico Morando smentisce ci saranno degli interventi sulle pensioni da parte del Governo.




Brutte notizie per chi si aspettava interventi concreti sulla legge attuale sulle pensioni da parte del Governo Renzi.
Le prime smentite arrivano dal Viceministro all'Economia Enrico Morando che tiene a precisare che, qualora previsti, i cambiamenti saranno marginali e non molto significativi. Morando vorrebbe, inoltre, che si agisse con maggiore prudenza quando si affrontano temi come quello del trattamento previdenziale e invita tutti a parlare con più delicatezza.

Il Viceministro, quindi, sembra fugare ogni dubbio: la riforma delle pensioni non è in agenda e non ne intravede nemmeno la ragione. La legge attuale promulgata dal Governo Monti ha già operato una revisione del sistema pensionistico in Italia e non c'è bisogno di tornare sulla questione.

Parole che hanno gelato il sangue di coloro che avevano intravisto  una speranza dietro la grande apertura di Matteo Renzi e di Pier Carlo Padoan.
In verità il Ministro dell'Economia e delle Finanze ha sempre mostrato uno scarso entusiasmo nei confronti delle tante ipotesi di modifica della legge sulle pensioni preferendo spostare l'attenzione piuttosto sulle risorse economiche necessarie per metterle in pratica. A suo dire, infatti, mancherebbero del tutto i fondi.

Ad affossare ancora di più la posizione dei sostenitori della riforma arrivano gli ultimi dati sulla crescita del Pil. Secondo l'agenzia di rating Moody's, infatti, l'Italia nel 2016 crescerà solo 'a fronte dell'1,4% previsto dal Governo.

Stando così le cose il reperimento delle risorse necessarie per l'attuazione della manovra finanziaria appare quantomeno difficoltoso. Lo aveva già previsto il Ministro dell'Economia Padoan che in tempi non sospetti consigliava di chiedere all'Ue il riconoscimento di nuovi margini di flessibilità anche se sussistono forti dubbi sulla loro concessione da parte dell'Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il