BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità Agosto finora, riforma Senato, riforma pubblica amministrazione, quota 96, indulto: novità oggi martedì

Novità oggi martedì 25 Agosto per le tante questioni in agenda nel Governo. Viaggio tra mille dichiarazioni in materia previdenziale e l'immobilismo delle riforme della PA. il Governo chiude per ferie ma i problemi non vanno in vacanza.




AGGIORNAMENTO: Sotto si possono trovare le varie novità di questa settimana sulle pensioni, mentre il punto sulle varie novità di agosto fino ad oggi martedì si può trovare in questo articolo

Un’altra settimana di novità, ricca di notizie per la previdenza e le riforme della PA: si sono succedute dichiarazioni e smentite da parte di numerosi esponenti politici. Le novità ad oggi martedì 25 sulla riforma pensioni ma anche anche su gli altri interventi in discussione del Governo, facciamo il punto. L’argomento più gettonato è stato sicuramente l’assegno universale di Boeri a favore degli Over 55 senza lavoro né pensione. Questo istituto raccoglie molti consensi trasversali, persino quello del Premiero Agost Renzi. Non sono mancati i riferimenti al contributo donna in vista del voto del 9 settembre, che potrebbe segnare un passo avanti nell’equiparazione del trattamento previdenziale tra i sessi. Pare invece caduta nell’oblio la quota 100 e suoi derivati. Sicuramente la notizia più recente è la smentita del viceministro dell’economia Morando, che ha negato l’esistenza di un nuovo piano pensioni del Governo.

Si riscontra invece l'immobilismo del Governo in materia di riforma della PA. Langue dal DDL di aprile la rimodulazione della Rai, che si è fermata ad una riduzione dei consiglieri ed alla nomina di un amministratore delegato, lasciando temi spinosi in sospeso quali le cariche di consigliere attribuite a pensionati, che sono risultate incostituzionali. Non sono più consolanti le notizie nell’ambito dell’amnistia e dell’indulto che dovrebbero recare sollievo alla questione carceraria. Si fanno sempre più drammatici i numeri degli istituti di sicurezza, tra suicidi tentati e riusciti, nonostante i detenuti siano scesi di circa 15mila unità negli ultimi 18 mesi. Parrebbero al vaglio diverse ipotesi di intervento in materia, ma tutto è rinviato a dopo la pausa estiva. Non hanno migliore fortuna i casi della quota 96, la categoria di insegnanti e personale Ata esclusa dalla legge Fornero. Anche loro attenderanno la fine delle vacanze per avere una risposta, forse. Il caso più clamoroso resta la riforma del senato, impantanata dal oltre 500mila emendamenti che avrebbero dovuto essere vagliati nel corso dell’estate, fatta salva una breve pausa per il ferragosto. La data prevista come prima scadenza è quella del 24 agosto. Restiamo pertanto in attesa di sviluppi a breve, almeno si spera.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il