BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie riforma Governo Renzi tagli certi seppur quota 100, contributivo, assegno universale in dubbio

Poche certezze della possibilità di approvazione di novità pensioni nonostante tagli sanità e non solo siano già decisi: le ultime notizie




Si vanno sempre più delineando le novità dei tagli alla sanità annunciati e le ultime notizie riguardano un’ulteriore riduzione dei servizi che dovrebbe portare nella Casse dello Stato risparmi per circa 10 miliardi di euro. Insieme ai tagli sulla sanità, ormai certi e che per il premier Renzi non rappresentano veri e propri tagli ma un piano di razionalizzazione della spesa, sono inoltre previsti interventi negativi anche su spese dei ministeri, acquisti della Pa, sussidi al trasporto pubblico, e non solo, dovrebbero derivare quelle risorse economiche necessarie per mettere in atto le misure della prossima Manovra Finanziaria di ottobre evitando che scattino le clausole di salvaguardia, come l’aumento dell’Iva.

Tagli annunciati, dunque, già da tempo, visto che erano già stati proposti dall’ex commissario per la spending review Cottarelli ma che non aprono le porte a nuove speranze di cambiamenti per le pensioni. A nulla infatti servirebbero queste risorse in più per intervenire sulle pensioni con, per esempio, quota 100, contributivo, mini pensione, o erogazione dell’assegno universale,i cui fondi, invece, dovrebbero derivare da altre parti, principalmente dalle stesse penalizzazioni previste da ogni piano di prepensionamento al vaglio, o, forse, anche dall’applicazione del contributo di solidarietà sulle pensioni più elevate.

E mentre al momento la certezza è quella di tagli e interventi negativi, le discussioni continuano a riguardare una questione previdenziale che sembra ancora decisamente troppo difficile da chiudere, anche a causa dei continui blocchi da parte dei tecnici del Tesoro, sempre troppo attenti alla quadratura dei conti e che non permettono margini di manovra se con la certezza di una disponibilità di fondi già da impiegare.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il