BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100,assegno universale, contributivo e nuove regole welfare in decreti finali lavoro attuativi

Nei decreti attuativi del jobs act le risposte per le prossime decisioni.




Gli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act sono quelli che potrebbero influire sulle decisioni del governo in merito alla tanto discussa riforma delle pensioni che il premier Renzi vorrebbe attuare al più presto.

Il tutto infatti è legato ai numeri sull’occupazione, che nelle intenzioni del governo sarebbero dovuti essere più positivi e che invece stentano ancora a decollare. Da qui i nuovi calcoli e le nuove proposte da diverse anime, sia del Pd che del governo stesso. In questa direzione si attendono nuove norme che regolino il welfare e l’assegno universale, anche se in quest’ultimo caso non ci sarebbe l’intenzione di inserirlo nella prossima legge di stabilità.

I decreti attuativi del Jobs Act di cui si parlava contengono comunque diverse indicazioni su welfare e assistenza, dimostrando, dunque, come ci sia anche molta da lavorare in questo senso.

Il primo punto da sviluppare sarebbe quello di dividere le spese di assistenza, welfare e pensioni, punto particolarmente sostenuto dal premier Renzi ma che era già stato proposto dall’ex commissario per la spending review Cottarelli e appoggiato anche dall’attuale Gutgeld, nonché da molti studiosi. I decreti saranno tuttavia votati la prossima settimana e non questa, contrariamente a quanto affermato solo ieri durante il meeting di Cl a Rimini dal ministro del Lavoro Poletti.

Il ministro ha spiegato che gli ultimi quattro decreti attuativi del Jobs Act non saranno presi subito in esame nel prossimo Consiglio dei ministri perché ci sono troppi punti all'ordine del giorno, per cui sono stati rimandati alla prossima settimana ma tutto procede secondo quanto previsto, visto che la scadenza è fissata il 15 dicembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il