BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie se passano contributivo donna, quindicenni, quota 96 aperture quota 100, contributivo, assegno universale

Le decisioni del governo su proroga del contributivo donna, soluzione per i quota 96 della scuola e per i lavoratori quindicenni, potrebbero rappresentare una svolta: le novità




Le decisioni del governo sulla conferma della proroga del contributivo donna, di soluzione per i quota 96 della scuola e per i lavoratori quindicenni, potrebbero rappresentare una novità per ulteriori interventi sulle pensioni, come erogazione dell’assegno universale e piani di prepensionamento eventuali, da quota 100 a contributivo.

Molto però dipenderà dalle prossime settimane e dagli esiti dei voti attesi. Primo appuntamento in programma da ricordare è quello di mercoledì prossimo 9 settembre, quando Ministero dell’Economia, Ragioneria di Stato e Inps, si riuniranno per decidere sulla proroga del contributivo donna e, quindi, sulla risoluzione dell’errata interpretazione delle circolari 35 e 37 dell'Inps, con l’eliminazione dell'aspettativa di vita da calcolare nel calcolo della pensione anticipata.

Si tratta, tuttavia, di un voto su cui si nutrono diverse speranze positive, soprattutto considerando che non esiste nemmeno il problema della mancanza delle risorse economiche necessarie, visto che secondo il Ministero del Lavoro le risorse stanziate nel 2008, infatti, ammontano ad un miliardo 684 milioni di euro, dei quali sono stati spesi solo 708 milioni, per cui restano ben 976 milioni che possono essere ancora utilizzati.

Ultime speranze anche per la soluzione di pensionamento definitivo per i quota 96 della scuola, ancora bloccati a lavoro da un errore dell’attuale legge previdenziali, ma anche per i lavoratori cosiddetti quindicenni, che hanno raggiunto i quindici anni di contributi entro il 31 dicembre 1992 e per cui è stata più volte chiesta una deroga alla legge previdenziale attuale. Approvare queste novità significherebbe dimostrare, finalmente, una reale intenzione di modificare la legge attuale e quindi aprire al strada forse ad altri interventi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il