BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie donne e uomini riguardo legge ibrida Renzi-Boeri, assegno universale, contributivo della settimana

Quota 100, mini pensione, contributivo, nuova legge ibrida Renzi-Boeri, e le novità pensioni che potremmo aspettarci. Le ultime notizie




A metà ottobre il governo Renzi si prepara a presentare la nuova Manovra Finanziaria e, ad oggi, tra le misure previste, mancano le novità pensioni auspicate. Nulla infatti di ciò di cui finora si è discusso, tra uscita con quota 100, mini pensione, contributivo, assegno universale, dovrebbe rientrarvi. Le ultime notizie riportano solo la possibilità di inserire l’assegno universale, ancora tra l’altro da definire precisamente, sia per quanto riguarda le fasce di destinatari sia per quanto riguarda i sistemi di recupero delle risorse necessarie, in un nuovo decreto previdenziale che però dovrebbe arrivare dopo la Manovra.

Intanto, forse politiche, sindacati e cittadini premono perché vengano rivisti i requisiti pensionistici. Il premier Renzi, dopo aver dichiarato che se l’Unione europea concederà di sforare dell’1% il Patto di Stabilità potranno esserci margini per una flessibilità utile per i lavoratori, ha presentato una nuova legge che permetterebbe l’uscita anticipata a tutti.

Si tratta di un mix di sistema contributivo, mini pensione e penalizzazioni, che in parte riprendono quota 100, per uscire a partire dai 62 anni, rispetto ai 66 anni attuali, con un taglio del 3% sulla pensione finale in base all’anno di anticipo in cui si lascia il lavoro, e ricevendo, però, una mini pensione per alleggerire i tagli, sotto forma di prestito da restituire poi allo Stato una volta raggiunti i normali requisiti richiesti.

Questa legge è solo l’ultima novità in tema di modifiche pensionistiche presentata e che si affianca alle proposte del Pd, dove la minoranza chiede una completa revisione dell’attuale legge pensionistica, mente la deputata Gnecchi continua a rilanciare sulla necessità di proroga del contributivo donna, non solo per consentire alle lavoratrici di andare in pensione prima, ma anche per permettere un rilancio occupazionale delle più giovani.

Anche l’assegno universale è ancora al centro del dibattito pensionistico: mentre il M5S ha chiesto di estenderlo a tutti, il presidente dell’Inps Boeri lo vuole per gli over 55 che perdono il lavoro  ma sono ancora ben lontani dal raggiungimento alla pensione, e il Ministro del Lavoro solo a chi perdendo il lavoro dimostra di cercarne un altro e per un tempo limitato.


e

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il