BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Amnistia e indulto Papa Francesco carceri e posizioni attuali Governo Renzi, Pd, Forza Italia, Movimento 5 Stelle, Lega

Importante invocazione di un provvedimento di grande amnistia da parte del papa, ma non tutti i partiti manifestano le stesse intenzioni.




Questa volta è stato Papa Francesco a intervenire su temi della giustizia invocando una grande amnistia, l'assoluzione dei peccati per chi ha abortito. L'amnistia è un provvedimento di clemenza che dalla nascita della Repubblica a oggi è stato concesso, con motivazioni e per situazioni diverse, ben 23 volte. Per via dell'emergenza carceri ovvero del sovraffollamento negli istituti di previdenza al limite della disumanità, la questione è all'ordine del giorno e sono in tanti a invocarne l'applicazione insieme all'indulto.

In prima fila ci sono i Radicali di Marco Pannella, secondo cui il pontefice dà seguito a "quanto formalmente richiesto dal presidente Napolitano alle istituzioni". E se il governo osserva la vicenda con cautela ("noi, strumenti di clemenza per chi si pente ce li abbiamo già: pensiamo alla messa in prova. Invece un provvedimento generalizzato riguarderebbe anche chi non si pente affatto"), la Lega fa muro e dice no. Sono emblematiche le parole del leader Matteo Salvini: "Penso alle vittime dei loro reati". Secondo il Nuovo Centrodestra, "l'appello deve essere materia di riflessione per tutti laici e cattolici". Più tiepida la posizione di Forza Italia sull'applicazione dei provvedimenti di amnistia e indulto.

Dal punto di vista storico, l'amnistia più nota è quella che risale al 22 giugno 1946 ed è passata alla storia per la firma dell'allora guardasigilli, il leader del Partito Comunista Palmiro Togliatti. Fu l'atto di chiusura della guerra civile. L'ultima risale, invece, al 12 aprile 1990. firmata dal presidente della Repubblica Francesco Cossiga, e riguardava, tra gli altri, anche il reato di finanziamento illecito ai partiti. In altri casi, si è fatto ricorso all'amnistia per occasioni particolari: il quarantennale di Vittorio Veneto, il Concilio Vaticano II, il ventennale della Repubblica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il