BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie differenze Renzi, Boeri, Padoan con Poletti su quota 100, contributivo, assegno universale rilanciati

Nuove aperture a interventi pensioni da ministro del Lavoro ma soluzione non condivisa da tutti: le ultime notizie e cosa aspettarsi nelle prossime settimane




Le novità pensioni di questi ultimi giorni arrivano soprattutto dalle dichiarazioni del ministro del Lavoro Poletti, che ha aperto ancora una volta a modifiche dell’attuale legge pensionistica, con particolare riferimento al part time. Si tratta, tuttavia, solo di una conferma alle ultime notizie della settimana scorsa, quando, in occasione di una intervista, aveva già ribadito la necessità di intervenire sulle pensioni soprattutto perché collegate al lavoro. Solo, infatti, permettendo ai lavoratori più anziani di andare in pensione prima, si potrebbero offrire maggiori opportunità di lavoro ai più giovani in cerca di occupazione, ma si tratta di un meccanismo che si può innescare solo con il turn over.

Ma la soluzione del part time non è quella sostenuta dal presidente dell’Inps Boeri, dal premier Renzi, né tanto meno dal Parlamento e dal ministro dell’Economia Padoan che ultimamente, però, ha aperto alla nuova legge ibrida Renzi-Boeri, che sarebbe a costo zero per lo Stato anche, pur permettendo di andare in pensione prima sempre a fronte di penalizzazioni a carico del lavoratore, presenta diversi dubbi e paradossi. Boeri, poi, continua a sostenere contributivo e rilanciare sull’assegno universale, mentre Parlamento, minoranza Pd e sindacati chiedono ancora la quota 100.

E’ chiaro, dunque, come il quadro sulla situazione previdenziale sia ancora decisamente troppo confuso, di certo c’è che sarà necessario raggiungere un compromesso tra diverse posizioni e proposte politiche e non solo e sperare che la situazione economica italiana continui a migliorare in maniera costante, in modo da aprire ulteriori possibilità di intervento. Interventi che al momento sembrano molto difficili da far rientrare nella prossima Manovra Finanziaria di ottobre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il