BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Renzi, Madia, Poletti, Padoan incontro con economisti e imprenditori a modifiche favorevoli a Cernobbio

Ci sarà anche il premier Matteo Renzi al Forum Ambrosetti a Villa d'Este di Cernobbio. Quali novità annuncerà su pensioni e lavoro, temi cari agli industriali?




Al Forum Ambrosetti a Villa d'Este di Cernobbio ci sarà anche Matteo Renzi. Il premier incontrerà gli industriali e di certo nel suo intervento di sabato 5 settembre 2015 farà il punto sullo stato dell'economia in Italia. Affronterà il tema del lavoro alla lice della revisione della crescita del Pil e dei nuovi dati sull'occupazione, rispetto a cui per il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, "l'unica speranza è che ci sia una conferma di questi numeri nei prossimi mesi". Potrebbe essere affrontata anche la questione delle pensioni, su cui gli industriali spingono per una revisione dell'attuale legge per favorire il ricambio generazionale e dare nuovo impulso alla produttività.

In agenda a Cernobbio ci sono anche i temi "Riforme e Pubblica Amministrazione", "Lavoro e Occupazione", "Economia e Finanza". D'altronde i tempi stringono. Entro il 20 settembre, il governo presenterà al parlamento la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza (Def) che contiene gli eventuali aggiornamenti degli obiettivi programmatici fissati nel Def anche al fine di recepire le raccomandazioni formulate dal Consiglio dell'Unione Europea in merito al programma di stabilità. Sulla base degli orientamenti programmatici esposti nella Nota, il governo presenta, entro il 15 ottobre, il disegno di legge di bilancio e il disegno della manovra finanziaria, dando inizio alla sessione parlamentare di bilancio.

Ci sarà spazio anche per la revisione delle pensioni anche alla luce dell'annunciata cancellazione di Imu e Tasi? L'Unione Europea ha sempre detto che giudicherà il piano del taglio delle tasse annunciato dal premier Matteo Renzi il 18 luglio scorso nel momento in cui sarà presentata la manovra finanziaria. Tuttavia in più di una occasione Bruxelles ha espresso in modo informale dubbi sulle intenzioni del governo italiano di tagliare le imposte sulla prima casa. Per l'Europa sarebbe meglio se l'Italia alleggerisse il carico fiscale che oggi grava su lavoro e capitali, spostandolo su immobili e consumi. Che è quanto già raccomandato a Roma dal Consiglio europeo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il