BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie Renzi, Madia, Padoan, Poletti e indicazioni a Cernobbio tra quota 100, assegno universale, contributivo

Le ultime notizie confermano la presenza del premier Matteo Renzi al Forum Ambrosetti a Villa d'Este di Cernobbio. Parlerà anche di pensioni?




Ci saranno anche il tema delle pensioni nell'intervento di Matteo Renzi al Forum Ambrosetti a Villa d'Este di Cernobbio programmato per domani sabato 5 settembre 2015? Probabilmente sì, alla luce delle modifiche in discussione a Palazzo Chigi e della sensibilità sul tema da parte degli industriali. Non è una novità che l'attuale legge previdenziale ha spostato in avanti il traguardo del congedo dal lavoro e ha reso meno conveniente il ritiro anticipato. La conseguenza di questa decisione, argomenta Confindustria, è il mancato ricambio generazionale che porta alla perdita di competitività e di produttività. Da qui la richiesta di intervento.

Al centro delle discussioni ci sarà anche quel 12% di tasso di disoccupazione rilevato a luglio dall'Istat: resta molto elevata ancora la quota dei giovani inattivi. Proprio oggi 4 decreti delegati del Jobs Act, la riforma del lavoro, sono all'ordine del giorno della riunione di Palazzo Chigi. Tra questi c'è anche la questione dei controlli a distanza, rispetto ai quali il governo non intende arretrare rispetto all'impostazione originaria. Stando così le cose e senza alcuna modifica sostanzaiale, le immagini riprese dalle telecamere saranno utilizzabili anche per licenziare il lavoratore ma in caso di violazione delle regole sono previste sanzioni penali.

E poi ci sono i confronti, poco favorevoli, rispetto agli altri Paesi. L'Italia è la seconda manifattura d'Europa dietro la Germania ma sta perdendo continuamente terreno sulla produttività. Nel periodo 2010-2014 la quota degli investimenti delle imprese rispetto al Pil è scesa del 3% mentre in Germania è salita dell'1%. Da noi il Pil per occupato è sceso del 2,5% mentre in Germania è cresciuto del 2,5%. L'Italia sta uscendo dalla recessione in ritardo rispetto ai principali Paesi europei e con una crescita inferiore alla media.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il