BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ultime notizie pensioni anticipate: voto settima prossima contributivo donna e quindicenni per tutti fondamentale

In attesa della manovra finanziaria, sono attese novità sulle pensioni dai fronti del contributivo donna e dei cosiddetti lavoratori quindicenni.




Mentre cresce l'attenzione per le novità sulle pensioni da inserire nella prossima manovra finanziaria, le ultime notizie rimandano agli altrettanto importanti appuntamenti della prossima settimana. Mercoledì 9 settembre 2015 finiranno infatti all'attenzione della commissione Lavoro della Camera dei deputati la proroga del contributivo donna e le modifiche di uscita per i cosiddetti lavoratori quindicenni. Si tratterebbe dell'anticamera ai cambiamenti più profondi nell'attuale legge previdenziale.

Nel frattempo il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, porterà oggi al Consiglio dei Ministri gli ultimi quattro decreti attuativi contemplati nel Jobs Act, dopo il rinvio di agosto. Al vaglio del Consiglio quindi, ci saranno i quattro provvedimenti che riguardano le nuove politiche attive sul lavoro, il riordino degli ammortizzatori sociali, la semplificazione dei rapporti di lavoro e la creazione dell'agenzia unica per le ispezioni. Sono giorni caldi per il governo cerca una mediazione per le riforme, in primis con i dissidenti del Partito Democratico. Il rischio è che l'8 settembre, alla ripresa dell'attività del Senato, le distanze rimangano.

Si segnala poi la proposta di legge della Cisl presentata in Parlamento e per la quale sono state raccolte 500.000 firme, per l'estensione del bonus degli 80 euro anche ai lavoratori autonomie ai pensionati elevando il tetto del reddito per avere diritto allo sconto fiscale a 40.000 euro. L'ipotesi avanzata a febbraio nelle sue linee essenziali prevede un bonus di 1.000 euro annui per i contribuenti con un reddito individuale inferiore a 40.000 euro. Per valori superiori il bonus diminuisce fino ad azzerarsi a 50.000 euro. La proposta costerebbe 37,8 miliardi di euro .La Cisl chiede l'equiparazione della no tax area tra i lavoratori dipendenti e i pensionati e interventi a favore del nucleo familiare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il