BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie fonti autorevoli e Renzi stesso rilanciano su piani e strategie differenti pur in tempi diversi

Arrivano ufficiali ultime notizie interessanti sulle pensioni dallo stesso Renzi che smentisce direttamente la novità che non si faranno modifiche sulle pensioni




Ancora novità oggi lunedì 7 settembre e questa volta chiarifcatrici almeno parzialmente sulle pensioni e sull'intenzione di Renzi e dei suoi Ministri di non fare nulla al momento.

E' lo stesso Renzi che dopo circa un mese di silenzio sulla questione, a Porta Porta da Bruno Vespa spiega che sulle

Pensioni ultime notizie Renzi conferma modifiche pensioni ufficialmente a Porta a Porta. Per chi, quando e come da decidere

Ancora novità oggi lunedì 7 settembre e questa volta chiarifcatrici almeno parzialmente sulle pensioni e sull'intenzione di Renzi e dei suoi Ministri di non fare nulla al momento.

E' lo stesso Renzi che dopo circa un mese di silenzio sulla questione, a Porta Porta da Bruno Vespa spiega che sulle pensioni c'è intenzione di intervenire, ma che due sono i punti fondamentali al momento: si deve capire per chi e come, con quale meccanismo se contributivo, quota 100, mini pensione o legge ibrida dello stesso Renzi-Boeri ma che dovrà per forza essere a saldo zero sui conti.

Secondo punto, il quando. L'intenzione di Renzi e del Governo è reale, ma le tempistiche devono essere ancora decise e potranno essere di diverse settimane o mesi, l'importante è trovare il meccanismo.

Dunque, Renzi stesso sconfessa le ultime notizie sull'intenzione di non fare nulla sulla pensioni e riprende le idee del Ministero del Lavoro ovvero uscita prima ma con un pò di meno soldi, ma senza impatto sui costi dello Stato, sulle finanze pubbliche.

In quetso senso, il meccanismo migliore potrebbe essere il contributivo, ovvero il ricalcolo di una parte dell'assegno che lo stesso Boeri ha più volte proposte con penalizzazioni che salgono all'importo del rpesunto assegno o del numero di anni mancanti alla pensione.

Ora, ha continuato Renzi nel suo intervento a Porta a Porta, le priorità sono togliere l'Imu sulla prima casa (e basta) un taglio delle tasse pluriennali a imprese e lavoratori, un piano per il Sud.

pensioni c'è intenzione di intervenire, ma che due sono i punti fondamentali al momento: si deve capire per chi e come, con quale meccanismo se contributivo, quota 100, mini pensione o legge ibrida dello stesso Renzi-Boeri ma che dovrà per forza essere a saldo zero sui conti.

Secondo punto, il quando. L'intenzione di Renzi e del Governo è reale, ma le tempistiche devono essere ancora decise e potranno essere di diverse settimane o mesi, l'importante è trovare il meccanismo.

Dunque, Renzi stesso sconfessa le ultime notizie sull'intenzione di non fare nulla sulla pensioni e riprende le idee del Ministero del Lavoro ovvero uscita prima ma con un pò di meno soldi, ma senza impatto sui costi dello Stato, sulle finanze pubbliche.

In quetso senso, il meccanismo migliore potrebbe essere il contributivo, ovvero il ricalcolo di una parte dell'assegno che lo stesso Boeri ha più volte proposte con penalizzazioni che salgono all'importo del rpesunto assegno o del numero di anni mancanti alla pensione.

Ora, ha continuato Renzi nel suo intervento a Porta a Porta, le priorità sono togliere l'Imu sulla prima casa (e basta) un taglio delle tasse pluriennali a imprese e lavoratori, un piano per il Sud.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il