BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quali ipotesi e scenari positivi e negativi si aprono per tutti dopo blocco contributivo donna Ragioneria

Proroga del contributivo donna ancora bloccato da tecnici della Ragioneria di Stato: motivazioni e cosa significa per le altre novità pensioni?




Tutto ancora una volta posticipato per la decisione definitiva sulla proroga del contributivo donna: la riunione di oggi 9 settembre della Commissione Lavoro si è conclusa con l’ennesimo nulla di fatto e ogni questione in discussione è stata nuovamente bloccata dai tecnici della Ragioneria di Stato. Nessuna novità positiva, dunque, per chi aveva già dato per scontata la proroga del regime sperimentale per l’uscita anticipata dal lavoro delle donne soprattutto dopo gli ultimi dati diffusi dal Ministero del Lavoro.

Secondo il Ministero del Lavoro, infatti, delle risorse stanziate nel 2008, complessivamente un miliardo 684 milioni di euro, sono stati spesi solo 708 milioni, per cui i restanti 976 milioni avrebbero potuti essere impiegati per la proroga del regime.

Ma i tecnici della Ragioneria di Stato hanno frenato tutto spiegando che le risorse cui ha fatto riferimento il Ministero del Lavoro, essendo tornate nelle casse dello Stato, non sono più disponibili. Ecco allora che, come già accaduto per le pensioni della scuola, ancora bloccate, tutto è stato posticipato, forse fino a quando non si avrà ben chiaro il quadro di disponibilità economiche effettive da impiegare e questo lo si potrà determinare solo una volta definite le misure da inserire nella prossima Manovra Finanziaria.

E’, dunque, un nuovo blocco dei tecnici della Ragioneria che si contrappone alle intenzioni del premier Renzi e del presidente dell’Inps Boeri che da sempre sostengono il contributivo donna, addirittura con possibilità di estensione del regime anche agli uomini, come proposto dal presidente dell’Inps. Ma bisognerà attendere ancora per capire se ci saranno ulteriori margini di intervento a breve. E non solo sul contributivo donna ma sulle novità pensioni in generale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il