BusinessOnline - Il portale per i decision maker








FIFA 16 e PES 2016: demo, miglioramenti e problemi secondo impressioni e commenti. Quale migliore tra i due, confronto

Primi confronti tra i simulatori di calcio FIFA 16 e PES 2016 sulla base delle versioni demo per PlayStation 4, Xbox One, PlayStation 3 e Xbox 360.




Adesso ci siamo: sia la demo di FIFA 16 e sia quella di PES 2016 sono state rilasciate per PlayStation 4, Xbox One, PlayStation 3 e Xbox 360. Spazio dunque a commenti e impressioni, elogi e critiche sulla base di questi primi assaggi e in attesa delle versioni definitive. Le esperienze di gioco sono simili. Electronic Arts ha messo a disposizione 12 squadre - Barcellona, Borussia Dortmund, Borussia Mönchengladbach, Chelsea, Inter, Manchester City, Paris Saint-Germain, Real Madrid, River Plate, Seattle Sounders e le due nazionali di calcio femminili Germania e Stati Uniti - e 3 stadi: Santiago Bernabéu del Real Madrid, CenturyLink Field del Seattle Sounders e Borussia-Park del Borussia Mönchengladbach.

La release di prova di FIFA 16 include il nuovo modo di giocare Draft FIFA Ultimate Team, il sistema di allenamento contestuale FIFA Trainer e sei nuove prove abilità. Da parte sua, Konami ha messo nelle mani dei giocatori 8 squadre di Pro Evolution Soccer 2016, Bayern Monaco, Juventus, Roma, Corinthians, Palmeiras e le nazionali, Francia e Germania, da schierare in partite tra 7 e 10 minuti allo Juventus Stadium o allo stadio brasiliano del Corinthians. Ebbene, la maggior parte dei commenti di questi primi giorni ha rilevato maggiori passi in avanti di Konami con PES 2016 rispetto a quelli compiuti da Electronic Arts con FIFA 16.

Grafica a parte, rispetto a cui le distanze si sono comunque ridotte, è il miglioramento dell'intelligenza artificiale complessiva nelle partite di gioco ad aver raccolto maggiori consensi dalle parti di PES. Da parte sua, FIFA 16 ha raccolto pareri favorevoli sul rallentamento delle azioni di gioco, decisamente più aderente alla realtà, e sulle tante opzioni anche fuori dai 90 minuti virtuali della partita. Per il resto il gioco va in linea con le positività fatte notare nell'edizione dello scorso anno e con l'ingenuità di alcuni protagonisti in campo, soprattutto i portieri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il