BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità settimana positive e negative in Legge Stabilità Renzi con defiscalizzazione Sud, tasse, Imu e Tasi

Nessuna novità pensioni al momento prevista nella Legge di Stabilità 2016 ma tra le misure annunciate piano di rilancio per il Sud e cancellazione Imu e Tasi. le novità




Sarà presentata ad ottobre, probabilmente come fissato entro il 15 del mese, la nuova Legge di Stabilità ele cui misure verranno definite in maniera ufficiale solo una volta presentato il nuovo Def, Documento di Economia e Finanza, rivisto, il prossimo 20 settembre. Tra le principali misure al momento previste per la prossima Manovra, l'abolizione di Imu e Tasi, il piano di taglio delle tasse, la proroga anche per il 2016 del bonus ristrutturazioni casa per i lavori di efficientamento energetico, ma non solo. Punto cruciale della nuova Manovra è abolizione dell'Imu sulla prima casa, misura che costerà 4,7 miliardi.

Il ministro dell’Economia ha precisato che “Il taglio delle tasse è un punto strategico del governo”. Altra misura interessante è l’estensione del bonus mobili e per l’acquisto di elettrodomestici, ora valido fino al 31 dicembre 2015 per proprietari di beni immobili oggetto di ristrutturazione che hanno fruito della detrazione per il recupero del patrimonio edilizio.

La misura massima della spesa su cui calcolare la detrazione è pari a 10.000 euro e la misura è pari al 50%. L’idea è quella di allargare la platea dei beneficiari del nuovo bonus anche a coloro che vivono in affitto, purchè dimostrino di avere effettivamente sostenuto la spesa. Nella nuova Legge di Stabilità dovrebbe arrivare poi un piano speciale per aiutare le famiglie: dagli assegni per i nido, ai bambini poveri al sostegno alla natalità; previste anche nuove assunzioni, per cui si pensa alla definizione di detrazioni biennali per le aziende che assumono nel 2016, annuali per il 2017 e dal 2018 tagli strutturali dei contributi previdenziali. Un piano particolare riguarderà il Mezzogiorno con sconti per donne, giovani e over 55 con detrazioni fino a 8.060 euro per ogni nuovo assunto.

Allo studio anche nuovi bonus per imprese del Sud con un risparmio fiscale sugli acquisti in macchinari. E non mancheranno interventi sul regime dei minimi. Novità saranno previste anche per una revisione del regime dei minimi per le partite Iva. Il regime introdotto con la Legge di Stabilità 2015 non è piaciuto particolarmente, lasciando ben intendere come fosse decisamente più conveniente il regime dei minimi 2014, prorogato solo fino a fine 2015. Secondo le modifiche previste, potrebbe tornare l’aliquota del 5% per ulteriori due anni ma sempre per guadagni fino a 30mila euro all’anno.

Ancora da mettere a punto i bonus investimenti e le detrazioni fiscali per famiglie e imprese, mentre se inizialmente erano previsti anche interventi sulle pensioni, ad oggi non si parla di alcuna novità pensionistica, perché mancherebbero le risorse economiche necessarie per attuare i cambiamenti proposti e se qualcosa dovesse poi arrivare si tratterebbe comunque di interventi minimi. A bloccare ogni intervento di discussione, tra quota 100, contributivo, mini pensione, legge ibrida Renzi-Boeri, la situazione economica italiana, seppur migliorata ultimamente, tra in Pil di nuovo in ripresa insieme a consumi e produzioni. Ma non solo, manca anche la convergenza tra i diversi partiti politici, ognuno fermo con la sua proposta di modifica. A causa di questi freni, è difficile che si possano mettere a punto modifiche nella Legge di Stabilità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il