iPhone 6S uscita in Italia. Prezzi non solo più alti, ma iniziano a comparire primi limiti e difetti

La nuova versione dello smartphone top di gamma di Apple è più larga, più spessa e più pesante del precedente modello. La batteria dell'iPhone 6S è meno capiente.

iPhone 6S uscita in Italia. Prezzi non s


In attesa dell'uscita in Italia dell'iPhone 6S e di conoscere i prezzi (più alti) di acquisto per ciascuno dei 3 modelli - da 16, da 64 e da 128 GB - ci sono alcune certezze dalle quali non si scappa. La prima è relative alle dimensioni del nuovo smartphone top di gamma: sono leggermente superiori a quelle dell'iPhone 6. Più esattamente l'iPhone 6S è più largo (67,1 mm contro 67,0 mm) e più spesso (7,1 mm contro 6,9 mm). Medesimi aumenti, di 0,1 e di 0,2 mm, per l'iPhone 6S Plus rispetto al l'iPhone 6 Plus. Si tratta di differenze minime, certo, ma non per Apple che fa della precisione chirurgica il suo marchio di fabbrica. Da verificare, poi, eventuali conseguenze sulle custodie.

Anche perché l'iPhone 6S è più pesante dell'iPhone 6: 143 contro 129 grammi. In questo caso, la differenza è da ricerca nell'implementazione del 3D Touch, la tecnologia in grado di riconoscere la diversità intensità del tap sul display permettendo così di attivare comandi diversi. Sotto questo profilo, a poco sembra essere servita l'adozione dell'alluminio Serie 7000, più leggero e resistente.

Fa poi discutere la presenza di una batteria meno capiente: da 1.715 mAh anziché da 1.810 mAh rispetto a quella dell'iPhone 6. Ma per la società di Cupertino non ci sono differenze di autonomia e dichiara fino a 14 ore di autonomia in conversazione su rete 3G. Per quanto riguarda la navigazione Internet, fino a 10 ore su rete 3G, fino a 10 ore su rete 4G LTE, fino a 11 ore su rete Wi-Fi. E ancora: riproduzione video HD fino a 11 ore, riproduzione audio fino a 50 ore, autonomia in standby fino a 10 giorni. Si tratta degli stessi valori dichiarati con l'iPhone 6. Non solo, ma con l'iOS 9 promette di ottimizzare i consumi.

A proposito del nuovo sistema operativo, tra le limitazioni per gli utenti italiani ci sono l'incompatibilità con i nuovi standard per la navigazione sul web, l'assenza di informazioni sul trasporto pubblico nelle città italiane all'interno delle nuove Mappe, il mancato supporto del sistema di pagamenti Apple Pay.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il